Un anno a Cisternino del Centro Padre Massimiano Kolbe

di Redazione GoValleDItria sabato, 10 settembre 2016 ore 09:31

Questa sera divertimento, riflessioni e nuove proposte

CISTERNINO – Questa giornata segna una tappa fondamentale per un centro che si è posto fin dal principio di essere un luogo di inclusione ed aggregazione per un’intera comunità, dove amicizia, solidarietà, socialità e formazione sono stati i leitmotiv di un intero anno di vita.
 
Oggi, sabato 10 settembre, infatti il Centro per Migranti Padre Massimiliano Kolbe spegne la sua prima candelina e lo fa all’insegna del divertimento e della festa, cogliendo l’occasione anche per condividere con chiunque sarà presente la gioia di coloro che sono stati i protagonisti del Kolbe Summer Village, un villaggio sperimentale che, con giochi, attività e laboratori, ha permesso di vivere un’estate alternativa a tanti bambini, strappandoli all’alienante mondo dei videogiochi. 
 
Dunque, i festeggiamenti inizieranno a partire  dalle ore 18.30 di questa sera, sabato 10 settembre, con uno spazio ludico dedicato ai più piccoli, per poi, alle ore 19, si parlerà più prettamente di questo primo anno del centro con “Un anno al Centro Kolbe” attraverso la condivisione di esperienze, riflessioni e nuove proposte.
 
La serata continuerà con la proiezione del video in cui saranno svelati i momenti più belli e significativi del “Kolbe Summer Village”, a cui seguirà, alle 20:30 circa, una cena conviviale.
 
Si ricorda che il Centro per Migranti Padre Massimiliano Kolbe è ubicato in Contrada Pico a Cisternino.
 
In caso di maltempo la serata si svolgerà presso il Laboratorio Urbano di Cisternino sito in via XXIV Maggio.
 
 
Tempo stimato di lettura: 20''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • taranto nino

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

    Mostra articolo
  • Moretti Lorenzo

    Tutto molto bello, fare prevenzione e' sempre meglio che intervenire quando il fattaccio e' gia' avvenuto. A proposito che ne dite di redarguire...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!