I Comuni della Valle d'Itria uniti per la promozione del territorio

di Luisa Convertini sabato, 8 febbraio 2014 ore 09:31

Nessuno stand alla Bit di Milano. Quest'anno si punta sui road show nelle capitali europee

MARTINA FRANCA - Martina Franca, nota come città del Festival è stata costruita nella suggestiva cornice dei trulli della Valle d’Itria.  Sin dall’agosto 2012 si parlava di “boom turistico”, oggi la città di Martina Franca si definisce città a vocazione turistica. L’ospite ormai non si sofferma solo alla visita del Palazzo Ducale, la vasca del Ringo e la Basilica di San Martino, bensì appare sempre più interessato ad addentrarsi nel Centro Storico per godere dei suggestivi particolari barocchi; sembra affascinato dalla scoperta delle nostre tradizioni enogastronomiche, dalla visita delle Masserie, e s’intrattiene in lunghe passeggiate in bicicletta per ammirare il paesaggio della Valle d’Itria.

Per mezzo del portale SPOT (Sistema Puglia per l’Osservatorio Pugliese) la Regione Puglia raccoglie i dati dei flussi turistici di Martina Franca anno per anno, in quanto sulla piattaforma  operano gli albergatori per segnalare l’arrivo (il check-in) e la presenza (durata di pernottamento) dei turisti ospitati presso ciascuna  struttura ricettiva. Attualmente sappiamo che Martina possiede all’incirca: 59 Bed & Breakfast, 3 Affittacamere, 10 Alberghi e 6 Alloggi Agrituristici (dati tratti da viaggiare in Puglia). Se confrontiamo i dati ufficiali tratti dal portale Spot  riguardanti presenze e arrivi degli anni 2010- 2011-2012 e li confrontiamo con i dati ufficiosi in nostro possesso relativi all’anno 2013 (i dati ufficiali saranno forse comunicati alla Bit 2014), è possibile rintracciare un incremento del flusso turistico superiore allo 0,5% dal 2011 ad oggi. Attraverso il seguente grafico possiamo notare infatti la segnalazione di una crescita sul numero delle
presenze abbastanza sostanziale.

Se nel 2011 il rapporto tra arrivi e presenze era pari a 2,5 punti percentuali, oggi pare essere superiore ai 3 punti. Un forte segnale di crescita e stimolo turistico, definito dall’Assessore al ramo Pasquale Lasorsail premio per un lavoro quotidiano”,  che migliora e amplia l’offerta storico culturale dei monumenti martinesi, incentivando chi solitamente è di passaggio a trascorrere molto più tempo in città e prolungare il proprio soggiorno qui.  Tuttavia, nonostante i numeri positivi, al contrario dell’anno scorso, l’Assessore Lasorsa ha comunicato (Assessore Nunzia Convertini e Sindaco confermano) che Martina non parteciperà alla famosa Borsa Italiana del Turismo (BIT) di Milano che partirà il 14 febbraio 2014. Perché? Pare che la Bit negli ultimi tempi abbia perso un po’ di appeal, quindi si preferisce aderire ad un progetto che consenta di stare nelle principali piazze europee. Dunque Martina non parteciperà alla Bit ma, legandosi a Pugliapromozione, promuoverà il nostro territorio attraverso un folto calendario di iniziative, di cui molte in co-marketing con  importanti brand internazionali. Quest’anno la promozione sarà quindi affidata ai road show nelle capitali estere, collegate con voli diretti alla Puglia. Dove e quando ancora non si sa.

Sì, continueremo ad essere presenti nelle fiere - dice Lasorsa, - ma dedicando meno risorse di un tempo”. I soldi verranno investiti sulla comunicazione, sui siti dove si pianifica la vacanza. “Questo è un fatto fondamentale! - commenta Lasorsa. - Ormai la vacanza si organizza avvalendosi di internet, per cui dobbiamo essere sempre più presenti sul web, dobbiamo essere sempre più presenti in quelle iniziative che si rivolgono a target di riferimento molto specifici e non generici, come si faceva un tempo. Il sistema migliore è cogliere le possibilità che danno gli strumenti di comunicazione”. Ma solo Martina non parteciperà alla prestigiosa “BIT”? Locorotondo e Cisternino come si stanno muovendo? Ormai in termini di promozione del territorio non si ragiona più nell’individualismo della singola città, è evidente la tendenza ad allungare lo sguardo verso le realtà più vicine. A tal proposito, il presidente del Gal, nonché Sindaco di Martina, Franco Ancona risponde : “Non credo che quest’anno il Gal parteciperà alla Bit. Pensiamo di dirigerci piuttosto verso altre situazioni, attraverso le quali possiamo incontrare direttamente degli operatori stranieri. Quasi tutte le iniziative del Gal riguardano Martina, Locorotondo e Cisternino, in genere le fiere espositive sono trasversali”.
Mentre Pugliapromozione presenzierà alla Bit, l’Amministrazione martinese continua a interrogarsi ininterrottamente sulle modalità di sviluppo del turismo nella città del Festival, e a tale scopo l’Assessore Lasorsa dal 28 gennaio ha avviato su questa tematica un Forum di 4 puntate che si concluderà l’ 11 febbraio.


LOCOROTONDO E CISTERNINO - L’anno scorso il Comune di Locorotondo ha partecipato alla Bit di Milano con lo stand di Pugliapromozione. Ma, “dal momento che negli ultimi anni questo evento sta perdendo appeal e che, a fronte dei costi sostenuti, non si riscontrano poi ricadute evidenti sul territorio - ha spiegato Claudio Antonelli, vicesindaco e assessore al Turismo di Locorotonto, - quest'anno non vi abbiamo aderito, ma stiamo optando, insieme al GAL, di organizzare due conferenza stampa alla BIT e all'ITB di Berlino con Martina Franca e Cisternino. Stiamo definendo i dettagli in questi giorni". Per abbattere le spese, ha spiegato il vicesindaco, insieme ai comuni di Cisternino e Martina Franca, ci si sta muovendo in un’ottica comprensoriale e si sta puntando più sui road show nelle capitali estere.“Interessante sarebbe anche la partecipazione alla TTG di Rimini, fiera internazionale B2B del turismo. Si tratta di fiere più tecniche, dove c’è la possibilità di interagire con i tour operator, e che possono sicuramente portare maggiori risultati” prosegue Antonelli. Tra le novità, in prospettiva, si sta anche pensando di attivare un servizio bus-navetta dall’aeroporto di Bari alla Valle d’Itria, la cui gestione dovrebbe essere affidata con un bando pubblico.

Anche l'assessore al Turismo di Cisternino, Vito Loparco conferma quanto detto dai colleghi della valle d'Itria.

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • taranto nino

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

    Mostra articolo
  • Moretti Lorenzo

    Tutto molto bello, fare prevenzione e' sempre meglio che intervenire quando il fattaccio e' gia' avvenuto. A proposito che ne dite di redarguire...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!