Sequestrato il tratto di SS 172 fra Martina e Locorotondo

di Redazione GoValleDItria venerdì, 12 febbraio 2016 ore 10:34

A seguito del sequestro del depuratore. AGGIORNAMENTI

SEQUESTRATO L'IMPIANTO DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE | SEQUESTRO DEPURATORE: I COMMENTI POLITICI | LA MAGGIORANZA CHIEDE CONSIGLIO MONOTEMATICO

DALLA VALLE- Questa mattina, venerdì 12 febbraio, i militari del Nucleo Operativo Ecologico hanno sequestrano 300 metri del  tratto della strada statale 172 fra Martina e Locorotondo a seguito del sequestro del depuratore avvenuto nei giorni scorsi.
 
È consigliabile agli automobilisti di utilizzare al momento strade alternative.
 
A breve gli aggiornamenti.
 
 
Aggiornamento ore 11:00

Il sindaco di Locorotondo, Tommaso Scatigna, ha dichiarato: "Insieme a parte della mia amministrazione ci siamo precipitati sul tratto della statale 172 che collega Locorotondo a martina Franca che è stato interdetto al traffico per via del sequestro del depuratore di martina da parte del NOE.Non abbiamo contezza della durata della interdizione al traffico del tratto in questione! Pertanto,pur ritenendo inaccettabile il disagio che si andrà a creare ai nostri concittadini che per ragioni di lavoro devono percorrere quella strada,agli studenti autotrasportati ed ai mezzi pesanti,di concerto con le forze dell'ordine e con il comune di Martina Franca cercheremo soluzioni alternative per la circolazione. Avvisiamo tutti quindi che la strada Locorotondo - Martina è interrotta!Le deviazioni avverranno dalla rotatoria.
 
 
Aggiornamento ore 12.30
 
Il Comune di Martina Franca ha convocato, immediatamente, i dirigenti dell’Anas al fine di valutare le più opportune soluzioni di viabilità alternative per limitare i disagi, chiedendo anche la collaborazione delle forze dell’ordine. E’ stata possa in essere un’attività di informazione a tutti i gestori di servizi di trasporto pubblico, nonché ai servizi di emergenza. E’ stata predisposta e allocata una segnaletica di preavviso per i flussi verso i Comuni interessati.
Il Comune di Martina sta inoltre contattando il Pubblico Ministero, dott. Lanfranco Marazia, che ha adottato il provvedimento di sequestro, senza facoltà d’uso, per rappresentare la gravissime ripercussioni sui collegamenti regionali della città. 
 
 
Aggiornamento ore 14:00
 
Il Sindaco di Martina Franco Ancona ha dichiarato: "Nella mattinata di oggi, senza alcun preavviso, è stato posto sotto sequestro, senza facoltà d’uso, dalla Procura della Repubblica di Taranto, un tratto della Strada Statale 172 (che congiunge Martina Franca a Locorotondo) da diverso tempo notoriamente interessato dalle problematiche del recapito finale delle acque reflue. Il Comune di Martina Franca ha convocato, immediatamente, i dirigenti dell’Anas al fine di valutare le più opportune soluzioni di viabilità alternative per limitare i disagi, chiedendo anche la collaborazione delle forze dell’ordine. E’ stata posta in essere un’attività di informazione a tutti i gestori di servizi di trasporto pubblico, nonché ai servizi di emergenza; siamo in contatto con i Sindaci di Locorotondo e Cisternino per i riflessi riguardanti la viabilità dei rispettivi Comuni. E’ stata predisposta e allocata una segnaletica di preavviso per i flussi verso i Comuni interessati. Stiamo contattando il Pubblico Ministero, dott. Lanfranco Marazia, che ha adottato il provvedimento di sequestro, senza facoltà d’uso, per rappresentare la gravissime ripercussioni sui collegamenti regionali della città. 
All’esito degli incontri seguiranno ulteriori comunicazioni".
 
 
Aggiornamento 17:36
 
Si è conclusa alle ore 15:00, presso l’Ufficio Tecnico Comunale di Palazzo Ducale di Martina Franca, la riunione operativa alla presenza delle autorità e degli enti preposti, convocata a seguito del sequestro, senza facoltà d’uso, di un tratto di strada statale 172, tra Locorotondo e Martina Franca.
Erano presenti il Sindaco Ancona, il Commissario di P.S dott. Salmeri, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri, il Capitano Piscopo, il Comandante della Polizia Municipale, dott. Cucumile,  i tecnici dell’Anas, Vitti e Dellino, il dirigente del settore Lavori Pubblici, l’ing. Mandina e  gli Assessori Lasorsa, Palmisano, Coletta e Scialpi.
 
E’ stata analizzata l’estrema gravità della situazione scaturita dalla chiusura di questa indispensabile arteria di comunicazione.
Il disagio improvviso ed inedito nasce soprattutto dall’insufficienza e dall’inadeguatezza della viabilità secondaria presente in Valle d’Itria, sia comunale che provinciale, interessata immediatamente da un traffico eccessivo, in particolare, dei mezzi pesanti.
L’Anas sta completando, in queste ore, l’apposizione della segnaletica per i percorsi alternativi, comunicando a tutti gli organi di informazione l’interruzione e le varie soluzioni.
L’Anas ha rappresentato, inoltre, che si è attivata per poter eseguire (previa autorizzazione del Pubblico Ministero) indagini specifiche miranti ad accertare la stratigrafia sottostante il piano stradale, al fine di predisporre uno specifico progetto di intervento di messa in sicurezza, ovvero la richiesta di dissequestro del tratto stradale, qualora non emerga una situazione reale di pericolo.
 
Il Sindaco sta inoltrando al Prefetto la richiesta di convocazione del “Tavolo per la Sicurezza”  per rappresentare soprattutto il disagio della popolazione da diversi punti di vista, per risolvere la complessa situazione che si è venuta a creare.
Così come è stato fatto in questi tre anni, l’Amministrazione Comunale continuerà con forza l’azione per ottenere la soluzione definitiva delle diverse emergenze, evidenziate anche dai procedimenti dell’Autorità Giudiziaria.
"La città deve essere coesa e unita nell’affrontare e superare anche questa emergenza e formuliamo, pertanto, l’invito ad avere molta prudenza ed oculatezza nel percorrere le strade secondarie indicate dall’Anas come percorso alternativo" ha dichiarato.
 
 
Agiornamento ore 18:06
 
Domani, sabato 13 febbraio 2016, alle ore 11.00, nella Sala del Museo delle Pianelle di Palazzo Ducale, è indetta una conferenza stampa in relazione alla questione del Depuratore e al sequestro della SS 172 in direzione Locorotondo.
 
 
Tempo stimato di lettura: 1' 30''

Attibuzione - Non commerciale

   
  1. taranto nino 12 marzo 2016, ore 20:43

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

Mostra tutti i commenti

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • StevensibEX Stevensib

    aOur company offers a wide variety of non prescription products. Visit our health site in case you want to feel better with a help of health...

    Mostra articolo
  • MicahWekXJ MicahWek

    Our company offers supreme quality health products. Visit our health contributing website in case you want to strengthen your health....

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!