Amministrative 2016 a Locorotondo: "Porta Nuova" parla di Cultura e Sport

di Redazione GoValleDItria domenica, 22 maggio 2016 ore 07:11
Al quarto incontro con "Metti un GIOvedì con Giovanni". LE FOTO.
 

LOCOROTONDO - Riceviamo e pubblichiamo diseguito integralmente comunicato della lista "Porta Nuova per Locorotondo".

***
 
Proseguono, con grande e interessata partecipazione da parte dei locorotondesi, gli incontri che il Comitato “Porta Nuova per Locorotondo” ha ideato per presentare e discutere, punto per punto, il programma con il quale intende partecipare alle prossime Elezioni Amministrative.
 
Giovedì 19 maggio, si è tenuto il terzo appuntamento con “Metti un GIOvedì con Giovanni”, per parlare di Cultura, Giovani e Sport. “Passe u Sante, na’nce passa a feste” è il claim scelto per il tema Cultura, perché “Porta Nuova per Locorotondo” crede fortemente che il nostro territorio debba poter vivere tutto l’anno e non solo l’estate. Ha tutte le potenzialità per poterlo fare. Occorre solo programmazione e lungimiranza. “Fascìme squadre” è, invece, il claim scelto per il tema Sport. Mettere in rete gli impianti sportivi e riunirli in un grande polo è, infatti, la proposta del comitato.
Come ormai consueto, l’incontro si è aperto con le proposte dei cittadini, che sono andate a rimpinguare ulteriormente il nostro “MURO DELLE IDEE”. Non sono mancati i contributi costruttivi sull’argomento e una proficua discussione. E questo non fa che accrescere l’entusiasmo e la voglia di fare all’interno del Comitato di Corso XX Settembre. 
 
Tra le proposte avanzate, la riapertura del Palazzetto dello Sport, la possibilità di usufruire delle strutture sportive scolastiche negli orari pomeridiani, la costituzione di un grande polo sportivo, una migliore gestione degli impianti, il recupero e il riutilizzo degli spazi esistenti, la possibilità di poter usufruire di strutture sportive gratuitamente o a costi agevolati, pari dignità per tutti gli sport per quanto riguarda lo Sport. 
 
Come accennato, la proposta di “Porta Nuova per Locorotondo” è quella di creare un grande polo sportivo locorotondese. Il nostro paese, infatti, ha molte strutture sportive, anche concentrate nella stessa zona, alcune delle quali non funzionanti e in nessun modo messe in rete. Noi riteniamo che ragionare a livello di rete sia, invece, indispensabile per dare ad associazioni, scuole e cittadini risposte adeguate alle esigenze. Attualmente vi è un’alta concentrazione di impianti in tre zone molto vicine: Pappacidde, Piazza Mitrano fino ai campi di beach volley. Noi pensiamo che tutte le infrastrutture presenti in quest’area possano essere collegate anche con percorsi ciclo-pedonali, collegabili con il percorso della ciclovia dell’acquedotto, altamente finanziabili, ricalcando la circonvallazione. La larghezza della carreggiata, trattandosi di strada comunale, permette l’affiancamento di una pista ciclo-pedonale di 1,5 metri. In Piazza Mitrano, si potrebbe realizzare una piattaforma di arrivo, come porta d’ingresso alla città.
 
Un ragionamento va fatto sulla possibilità per le società sportive esterne di utilizzare il convitto dell’Istituto Agrario; il CONI dà fino a mille euro al giorno per l’uso del convitto, il che vuol dire introiti per l’Agrario e per investimenti sulle strutture sportive. Altro ragionamento serio va fatto sul Palazzetto dello Sport: per ristrutturarlo occorrerebbero 7-800 mila Euro e comunque resterebbe il problema della gestione; a conti fatti potrebbe risultare più economicamente vantaggioso abbatterlo, e ricavare in quella zona un’area parcheggio o per i camper, a servizio dell’area, e costruire un nuovo Palazzetto polivalente in un’area più vicina al paese, già individuata. Ovviamente una scelta del genere andrebbe condivisa con l’intera città, attraverso una sorta di referendum comunale.
 
È chiaro che non è più possibile permettere alle società sportive di retrocedere per mancanza di impianti adatti. Una struttura polivalente coperta, che possa ospitare l’atletica, il calcio a 5, il basket e la pallavolo, al di sotto di Formia non esiste. È del tutto evidente quindi che richiamerebbe a Locorotondo anche società esterne, con positive ricadute economiche per il territorio.
 
Un equilibrio va, inoltre cercato, tra strutture private e strutture pubbliche. Questo è possibile attraverso la creazione di un sistema integrato che metta insieme le scuole, le associazioni sportive e di volontariato e i cittadini, attraverso un accordo di programma sottoscritto da tutte le parti coinvolte.
 
Sono intervenute anche le due anime sportive della lista “Porta Nuova”, Sara Tursi e Grazia Sanarica, le quali hanno sottolineato che negli anni si è sentita forte la mancanza di qualcuno che, all’interno dell’Amministrazione, si occupasse di chi fa sport senza distinzioni. Hanno quindi proposto la creazione di una piattaforma unica, che metta in rete tutte le società, gli sportivi, le strutture locorotondesi.
 
Molte proposte sono andate a riempire anche la sezione del MURO DELLE IDEE riservata alla Cultura e ai Giovani: dal malfunzionamento della Biblioteca comunale alla mancanza di un cinema/teatro, dalla necessità di accontentare fasce i pubblico più eterogenee alla mancanza di spazi di aggregazione, dallo scarso coinvolgimento delle scuole all’abbandono della storia e delle tradizioni.
 
La mancanza di spazi, la destagionalizzazione degli eventi e il recupero delle tradizioni, ripartendo soprattutto dalla costruzione di un rapporto proficuo con le scuole, sono i punti base per un piano culturale comunale o a livello di Valle d’Itria.
 
Relativamente alla mancanza di spazi, “Porta Nuova” ha un’idea molto chiara: occorre recuperare le strutture comunali in stato di abbandono e riconvertirle: vedi la ex caserma dei Carabinieri, la parte sottostante la scuola di via Solferino, l’ex auditorium della Scuola Media, ristrutturato tre volte e mai aperto, le ex scuole rurali in campagna.
La Biblioteca Comunale, ha orari di apertura inadeguati al pubblico di riferimento, non ha una rete wi-fi ed esige un gestione consona ai tempi che viviamo.
 
È inoltre necessario interrompere la logica dei contributi a pioggia per premiare il merito: per questo “Porta Nuova” propone il Bando Loco+, rivolto a tutte le associazioni, per premiare le idee migliori.
 
Queste sono le idee condivise dal comitato con gli intervenuti e che hanno trovato il favore degli stessi.
 
Giovedì 26 maggio è previsto l’ultimo appuntamento con “Metti un GIOvedì con Giovanni”. Si parlerà di Sociale. Vi diamo dunque appuntamento alle 19:30 presso il Comitato di Corso XX Settembre. 
 
Siete tutti invitati a partecipare!
 
 
Tempo stimato di lettura: 1' 30''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • MicahWekXJ MicahWek

    Our company offers supreme quality health products. Visit our health contributing website in case you want to strengthen your health....

    Mostra articolo
  • taranto nino

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!