“Le stanze di Pirandello” in scena a Martina Franca

di Redazione GoValleDItria sabato, 17 gennaio 2015 ore 10:02

Organizzato da Officine Dragare e diretto da Clarizio di Ciaula

MARTINA FRANCA - Sabato 24 e domenica 25 gennaio il corso di teatro diretto da Clarizio Di Ciaula,  presso Officine Dragare di Martina Franca, presenta “Le stanze di Pirandello”, stralci d'opere di Luigi Pirandello tratti da “Come tu mi vuoi”, “Il piacere dell'onesta'”, “L'uomo dal fiore in bocca”, “Vestire gli ignudi”, “Trovarsi”, “Non si sa come” con Francesco Cassano, Anna Danila Ancona, Emy Grace, Annalisa Milanese, Monica Montanaro, Francesco Placato.

Officine Dragare segue la sua linea di proposta culturale innovativa e, soprattutto, diversificata proponendo uno sguardo sul teatro attraverso una sorta di breve viaggio nell'universo di Luigi Pirandello. Non uno spettacolo di teatro o la messa in scena d'un opera, bensì un'apparente esercitazione scenica con giovani attori alle prese con i personaggi di uno dei più noti drammaturghi italiani in un intreccio di sensazioni, di umori, di parole tratte da storie diverse tra loro ma unite dalla tematica di fondo di Pirandello; la perenne lotta tra essere umano e personaggio nella continua ricerca di se stessi contro i condizionamenti delle strutture e delle sovrastrutture imposte dalla società in cui si vive. Lo smarrimento pare ineluttabile tra l'essere e l'apparire sino a quando in taluni, questi assumono d'un tratto un significato marginale al cospetto del sentirsi, del prendere coscienza di chi si e' nel profondo, nel tentativo di scoprire che si e' stati davvero sino ad allora e chi si e' oggi, con la speranza di riscoprire l'autentico senso della
propria esistenza e del vivere in se stessi.
L’ingresso avviene solo su prenotazione (20 numero massimo degli spettatori), per informazioni e prenotazioni contattare il seguente recapito:3494978561; gli orari d'ingresso sono: ore 18.00 oppure ore 19.30.

Tempo stimato di lettura: 30’’

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!