Martina Franca capitale del Gospel

di Redazione GoValleDItria lunedì, 5 giugno 2017 ore 19:29

Grazie al successo del "WakeUp Gospel Fest"

MARTINA FRANCA - Dopo la sorpresa in un anno addietro, oggi la conferma: se da sempre Martina Franca è la città del Festival della Valle d’Itria, ormai è anche la città del Gospel, anzi del WakeUp Gospel Fest!
 
Si è tenuto al “Teatro Nuovo” di Martina Franca il concerto “Gospel Show”, l’evento conclusivo della seconda edizione del “WakeUp Gospel FEST", il primo festival gospel realizzato in Puglia che, con la direzione artistica del M° Graziano Leserri, comprende un workshop, un grande concerto gospel e altre iniziative.
 
Anche quest’anno il concerto si è concluso in una atmosfera carica di energia: sul palco oltre cinquanta tra cantanti e musicisti che, con il pubblico entusiasta a ballare battendo le mani, tutti insieme hanno intonato “Oh Happy Day”, una delle canzoni gospel più famose di sempre.
Anche in questa seconda edizione il WakeUp Gospel FEST è iniziato con un workshop di canto gospel e spiritual che ha portato a Martina Franca oltre cinquanta artisti cantanti e musicisti provenienti da tutta Italia, anche dalla Sardegna e da Roma; tra loro tanti giovanissimi cantanti “in erba”, alcuni di soli sette anni, che in questo weekend hanno condiviso una straordinaria esperienza artistica coronata sul palco del “Teatro Nuovo”.
 
La prima parte del concerto, infatti, è stata dedicata a loro, diretti sul palco dai tre grandi artisti afroamericani che, in Italia in esclusiva per WakeUp Gospel FEST, per tre giorni hanno tenuto il workshop a Martina Franca. 
Direttamente dagli USA sono stati in Puglia Chantea Kirkwood, cantante, direttore di coro ed attrice, Angie Cleveland, famosa pianista, direttore di coro e scrittrice, e il pastore William Cleveland, il “motivatore spirituale” del festival.
Con loro la brasiliana Keila Da Silva, danzatrice esperta di “liturgical dance” che ha insegnato ad esprimere attraverso il corpo l’emozionalità ed il messaggio contenuto nella Gospel Music.
 
Con loro sul palco gli strumentisti e i cantanti dei “WakeUp Gospel Project”, guidati dal M° Graziano Leserri, con il tastierista Michele Papadia, un raffinato musicista che, nativo di Martina Franca ma ormai “cittadino del mondo”, vanta collaborazioni con artisti del calibro di Etta James, Withney Houston, Patti Austin, Jessy Jackson, Jovanotti, Patty Pravo, Dolcenera, Noemi e Adriano Celentano.
 
Nella seconda parte del concerto sul palco sono stati protagonisti i WakeUp Gospel Project che, insieme agli artisti afroamericani, hanno eseguito alcuni dei più importanti successi del repertorio gospel americano, sia di quello tradizionale, che si rifà alle sonorità jazz, blues e ragtime, sia di quello contemporaneo che invece si è lasciato contaminare da sonorità di generi moderni come il funk e l’hip hop.
Particolarmente suggestivo è stato l’inizio di questa parte del concerto una particolarissima versione gospel di “Imagine” di John Lennon.
 
In questo concerto, sapientemente presentato dalla giornalista di TeleNorba Maria Liuzzi, gli oltre cinquecento spettatori del “Teatro Nuovo” di Martina Franca si sono trovati così catapultati negli States, vivendo le intense atmosfere che solo il gospel “made in U.S.A.” è capace di creare: si è rivelata felice la scelta di Graziano Leserri che anche quest’anno ha fortemente voluto ca Martina Franca importanti artisti afroamericani.
 
Il WakeUp Gospel Fest è nato l’anno scorso per celebrare i primi dieci anni di attività dei “WakeUp Gospel Project” che, con all’attivo sette lavori discografici e sei primi premi a concorsi gospel internazionali, già nel 2011 sono stati premiati a Torino come “Miglior Gruppo Gospel Italiano”.
La seconda edizione del “WakeUp Gospel FEST" è realizzata dall'Associazione no profit “MUSICtime”, con il patrocinio della Regione Puglia e del Comune di Martina Franca, e in partnership con il Festival della Valle d’Itria, ArcoPu, FENIARCO e GTM Ministries.
 
Tempo stimato di lettura: 50''
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • taranto nino

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

    Mostra articolo
  • Moretti Lorenzo

    Tutto molto bello, fare prevenzione e' sempre meglio che intervenire quando il fattaccio e' gia' avvenuto. A proposito che ne dite di redarguire...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!