Noci alla Bit Con il Gal Terra dei Trulli e Barsento

di Alessandra Neglia sabato, 8 febbraio 2014 ore 09:40

Intanto si lavora già per gli importanti appuntamenti del 2015

NOCI - Come molti altri comuni in zona, anche Noci non parteciperà alla Bit (Borsa Internazionale del Turismo), che si terrà a Milano dal 13 al 15 febbraio, con un proprio stand. “Fino al 2013 il Comune di Noci era convenzionato con un consorzio che si faceva promotore di tutto il territorio – ci ha spiegato l’assessore al ramo Paolo D’Onghia. - A fine 2013 abbiamo disdetto questa convenzione, perché non la riteniamo valida in termini di costi e riscontri effettivi. Quest’anno stiamo lavorando in proprio alla redazione di una brochure per la promozione del nostro territorio e saremo presenti presso lo stand del Gal Terra dei Trulli e Barsento”.

L’amministrazione, in realtà, sta già lavorando ad un altro progetto, quello cioè, come ha anticipato l’assessore D’Onghia, di “creare un’evidenza tutta made in Noci, predisponendo materiale in forma cartacea ed elettronica”. A giorni sarà già pronto un canovaccio, che passerà al vaglio degli uffici. Questo soprattutto in vista del 2015, quando, oltre alla Bit, un altro importantissimo appuntamento attende i nostri comuni, ovvero l’Expo2015. L’intento, per ora, è quello di mettere in campo un progetto unico, da vendere poi in tutte le occasioni utili.

Fino ad oggi, volàno d’attrazione turistica è stata a Noci l’enogastronomia. Abbiamo cercato di capire, parlando con l’assessore, se questa amministrazione intende individuare anche qualche altra eccellenza su cui puntare. “Vogliamo puntare sulla produzione primaria – ci ha risposto. - L’aspetto gastronomico ha caratterizzato Noci negli anni grazie ad eventi ben organizzati e pubblicizzati. Grazie a questo riconoscimento, l’idea è quella di agganciare il brand Noci alle nostre produzioni. Vogliamo far passare l’idea che Noci non sia soltanto il paese dove si mangia bene, ma dove si producono materie prime di qualità, a tutto vantaggio delle aziende”.

Sinergicamente con gli altri comuni del Gal, quindi, il Comune di Noci intende fornire dei suggerimenti da far pervenire alla Regione Puglia relativamente alla programmazione finanziaria 2014-20 (che vedrà effettivo avvio nel 2015) e alle misure che possono essere maggiormente utili per il territorio. “Attraverso il Gal intendiamo dare un indirizzo preciso riguardo alle eccellenze su cui puntare: le masserie storiche, i trulli, il recupero delle vecchie cisterne, che sono elementi caratterizzanti le nostre aree rurali e possono diventare punti di attrattiva per i nostri turisti unitamente alle tradizioni della civiltà contadina, alla cultura del vivere bene, e possono permettere di conoscere meglio le nostre campagne. Sempre nell’ambito del Gal, stiamo sviluppando degli itinerari, da lanciare su piattaforme di alta comunicazione (Google per esempio). Utilizzando un semplice palmare, si potrà così selezionare il percorso che più si addice ai nostri gusti (trekking, walking, ecc.)”.

Quindi l’occhio è puntato verso il 2015. Nel frattempo si lavora per avviare finalmente un processo integrato di promozione del territorio, promozione che non più restare legata ad un singolo evento, ma che deve cercare di captare quell’importante flusso turistico che investe la zona della Valle d’Itria e della Murgia dei Trulli per generare una nuova più sana economia partendo dalle cose più semplici, la storia e le tradizioni.
 

Tempo stimato di lettura: 1'45''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • taranto nino

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

    Mostra articolo
  • Moretti Lorenzo

    Tutto molto bello, fare prevenzione e' sempre meglio che intervenire quando il fattaccio e' gia' avvenuto. A proposito che ne dite di redarguire...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!