Noci, Cooperativa di Comunità: una sfida al rialzo

di Redazione GoValleDItria sabato, 15 ottobre 2016 ore 07:31

L’Assessore Tinelli commenta quanto emerso dal workshop organizzato dal Legacoop Puglia

NOCI- Ha avuto un buon riscontro la due giorni organizzata da Legacoop Puglia e Generazioni Legacoop Puglia l’11 e il 12 ottobre presso il Chiostro delle Clarisse sul tema “Cooperativa di Comunità – Un percorso a Noci”. 
 
Legacoop, ospite del programma #Nocicreativa lo scorso luglio, durante il quale è stata presentata alla cittadinanza la realtà delle cooperative di comunità, ha accolto favorevolmente l’invito dell’Amministrazione Comunale organizzando un workshop di approfondimento sul tema, allo scopo di capire se vi fossero le condizioni per intraprendere a Noci la costruzione di una simile realtà.
 
«Ci rendiamo conto che sono sempre maggiori e sempre nuovi i bisogni e le esigenze che la cittadinanza sottopone alla nostra attenzione – ha commentato l’Assessore alla Socialità e Cittadinanza Attiva, dott.ssa Lorita Tinelli.L’evoluzione di queste dinamiche è velocissima, e spesso l’Amministrazione non riesce ad intervenire nei tempi e con l’efficacia che vorrebbe. Per questo riteniamo che la cooperativa di comunità possa essere un efficace strumento di auto-organizzazione e co-progettazione per tutti cittadini, in grado di fornire servizi di interesse generale».
 
La maggior parte delle sollecitazioni emerse durante il workshop hanno riguardato l’ambito del sociale, con riferimento soprattutto ai servizi per gli anziani, il turismo e la gestione degli spazi di proprietà comunale. 
 
«Rispetto agli input, tutti molto interessanti, forniti dai cittadini che hanno voluto accogliere l’invito di Legacoop a partecipare a questa iniziativa, ritengo possa essere utile fare alcune precisazioni, premessa necessaria per riprendere e rilanciare ancora una volta il discorso – ha aggiunto l’Assessore Tinelli. – Come ha efficacemente illustrato Katia De Luca durante la prima giornata, le cooperative di comunità nascono dalla libera iniziativa di un gruppo di cittadini, ed è anche per questo che come Amministrazione abbiamo promosso l’incontro per poi lasciare che i lavori si svolgessero in totale autonomia. In secondo luogo queste cooperative sono, di fatto, delle imprese; pertanto il loro successo dipende molto dalla capacità di offrire servizi che non sono ancora presenti sul territorio e che abbiano una ricaduta positiva su tutta la comunità. Fatte queste premesse – spiega l’Assessore, – voglio ricordare che il Comune di Noci conta già numerosi servizi a favore degli anziani, dei malati e delle loro famiglie, sostenuti sia con fondi del Bilancio comunale che tramite le risorse messe a disposizione dall’Ambito. Ciò che talvolta manca è la capacità di fare rete intorno alle opportunità che il pubblico mette a disposizione. Ciò non toglie che, qualora ci fossero delle associazioni che volessero sottoporre alla nostra attenzione progettualità nuove, siamo sempre disponibili a confrontarci. Altra precisazione merita la questione relativa alla gestione degli spazi comunali – continua l’Assessore. – Volendo fare una panoramica sullo stato attuale della situazione, per quanto riguarda il Centro per la Legalità, il Ministero ci imponeva sia l’assegnazione tramite bando di evidenza pubblica che i criteri che tale bando doveva avere. È stato pubblicato Avviso pubblico e presto si procederà con l’apertura delle buste e la valutazione delle offerte pervenute. Per quanto riguarda il Mu.Ra., abbiamo coinvolto prima dell’inizio dell’estate la Consulta delle Associazioni, chiedendo di far pervenire all’Amministrazione idee e/o progetti sulla gestione ma, ad oggi, nessuna proposta è stata recapitata. Il Laboratorio Urbano è attualmente interessato da lavori e non abbiamo ancora avviato alcun iter per la nuova gestione. Riteniamo, ad ogni modo, che la strada dei bandi sia quella che maggiormente garantisce la trasparenza dei procedimenti, l’equità del trattamento di tutti i soggetti potenzialmente interessati e la massima partecipazione, al fine di individuare i progetti migliori e che possano avere ricadute positive su tutta la comunità. La cooperativa di comunità, che noi ci auguriamo possa nascere anche Noci, potrebbe essere con le competenze e la progettualità che è in grado di offrire, uno dei soggetti in grado di candidarsi alla gestione di alcuni spazi».
 
Tanto l’Assessore Lorita Tinelli ha voluto ribadire, a margine di quanto emerso dai due incontri. Ha quindi così concluso: «Il nostro auspicio è che il lavoro avviato in questi giorni con i facilitatori di Legacoop dal gruppo di cittadini che hanno preso parte agli incontri possa avere un seguito e che queste opportunità possano essere colte come momenti di costruzione. Da parte nostra c’è tutta la disponibilità al confronto, alla valutazione di idee e progetti e a facilitare ogni processo che possa portare benefici alla città. Sarebbe utile a tal fine, superare la diffidenza nei confronti delle istituzioni e considerarle, invece, come validi interlocutori. Noi stiamo facendo il possibile per creare occasioni di confronto e partecipazione; la speranza è che si possa insieme andare oltre l’atteggiamento critico a tutti i costi per intraprendere un percorso di scelte condivise e massimamente inclusive. La sfida reciproca dovrebbe essere sempre al rialzo».
 
 
 
Tempo stimato di lettura: 1'

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • StevensibEX Stevensib

    aOur company offers a wide variety of non prescription products. Visit our health site in case you want to feel better with a help of health...

    Mostra articolo
  • MicahWekXJ MicahWek

    Our company offers supreme quality health products. Visit our health contributing website in case you want to strengthen your health....

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!