Contrasto al lavoro nero: irregolarità riscontrate a Noci

di Redazione GoValleDItria mercoledì, 16 dicembre 2015 ore 09:01

Operazione dei Carabinieri

BARI - La stretta collaborazione avviata dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bari con la Direzione Territoriale del Lavoro, ha consentito di ottenere tangibili risultati in tema di contrasto al lavoro nero, lasciando emergere un fenomeno non trascurabile, specie nei settori della ristorazione, dell’agricoltura, del commercio e del turismo.

Nel corso delle 61 verifiche effettuate, in due mesi di controlli a tappeto, sono stati infatti 78 i lavoratori irregolari individuati, 28 le attività sanzionate per oltre 300mila euro complessivi, 2 quelle di cui è stata proposta la chiusura per le gravi irregolarità contestate, 4 quelle sospese.

L’attività, fortemente incentivata anche a seguito del grave episodio che portò alla morte di una povera bracciante agricola nelle campagne di Andria, lo scorso 13 luglio, è  finalizzata ad aggredire senza sosta tutte le forme di lavoro nero esistenti nei più disparati settori, da quello agricolo appunto, a quello del commercio, ai cantieri edili, fino al turismo. La contingente crisi economica ha difatti ulteriormente acuito il fenomeno, ma spesso rappresenta solo il paravento dietro al quale si cela un diffuso malcostume ed il disprezzo della normativa sulla regolare occupazione dei lavoratori. Molto spesso ne sono vittima irregolari ed extracomunitari, obbligati a prestare la propria opera all’interno di abitazioni trasformate in opifici. Altre volte il fenomeno va a caratterizzare le campagne lavorative stagionali, quali la raccolta di uva ed olive. Altre volte ancora si profilano le infiltrazioni della criminalità organizzata che si muove in pressoché totale disprezzo della normativa sulla tutela della salute dei lavoratori e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Centinaia i carabinieri impiegati assieme agli Ispettori del Lavoro della Direzione Territoriale di Bari.

Nell’ultimo bimestre, in ambito provinciale Bari e BAT, sono stati così conseguiti i seguenti risultati: 61 i controlli eseguiti, tra cui 4 aziende agricole, 31 esercizi pubblici (1 dei quali nel settore turistico), 15 attività commerciali, 7 cantieri edili, 1 fabbrica e 3 in attività di altro genere,  in 28 casi sono stati riscontrati lavoratori irregolari; 78 i lavoratori irregolari individuati; 4 le persone denunciate in stato di libertà per violazioni di norme a tutela della sicurezza sul lavoro; 32 le contestazioni amministrative per un totale oltre 300 mila euro di sanzioni pecuniarie elevate; 4 le attività imprenditoriali sospese; 2 le attività proposte per la chiusura.

Irregolarità sono state riscontrate anche a Noci: durante le ispezioni eseguite nei confronti di quattro tra bar e ristoranti, due operai sono risultati irregolari e circa 4 mila euro sono state le sanzioni amministrative contestate.

 

Tempo stimato di lettura: 45''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • MicahWekXJ MicahWek

    Our company offers supreme quality health products. Visit our health contributing website in case you want to strengthen your health....

    Mostra articolo
  • taranto nino

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!