Noci città del Fumetto per quattro giorni

di Alessandra Neglia venerdì, 23 maggio 2014 ore 06:27

Presentata ieri (22 maggio) la seconda edizione del “Noci Comics Zone”. LE FOTO

NOCI - È stata presentata alla stampa ieri pomeriggio (22 maggio), presso la galleria FaRo Arte di Angela Scialpi, la seconda edizione del “Noci Comics Zone”. Si tratta di una quattro giorni di eventi dedicati al mondo del fumetto, organizzati dall’associazione Darf con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Noci e della Regione Puglia. Presenti oltre alla presidente del sodalizio, Angela Bartolo, che ha portato il suo saluto e il suo ringraziamento ai presenti, esprimendo grande soddisfazione per le novità che caratterizzeranno quest’anno l’iniziativa, la curatrice del progetto, Mariarosaria Lippolis, e il sindaco Domenico Nisi.

Quattro giorni, dicevamo, di iniziative, dal 30 maggio al 2 giugno, che trasformeranno Noci nella capitale pugliese del fumetto. Perché è questo che il “Noci Comics Zone” intende diventare, un riferimento nel settore a livello regionale prima e nazionale poi. I presupposti certo non mancano, visti gli ospiti illustri che percorreranno le strade della cittadina murgiana durante la kermesse.

Sono previsti, infatti, mostre, convegni e incontri con autori di fama nazionale e internazionale, quali il maestro Lele Vianello, Sebastiano Vilella, Onofrio Catacchio, Alessio Fortunato, Giuseppe Palumbo e la maestra d'animazione Yoshiko Watanabe, che sarà possibile osservare in veri e propri live sckeching, ovvero disegni dal vivo a disposizione del pubblico presente. Ma non solo, i migliori alunni delle scuole Grafite di Lecce e Taranto e Momiji - Centro di lingua e cultura giapponese di Bari si diletteranno in un’estemporanea di disegno che potrà essere per loro opportunità per farsi notare dalle numerose case editrici del settore che hanno deciso di essere presenti con stand e professionisti. La parata e la gara di Cosplay, con una giuria d'eccezione e ricchi premi. Non meno importante la proiezione di alcuni lungometraggi d’autore sul Sagrato della Chiesa Madre. E poi ancora workshop a cura di Grafite - Polo formativo di grafica e fumetto, sedi Lecce e Taranto, e Momiji - Centro di lingua e cultura giapponese; il concorso di disegno “Four steps in the Comics” con premiazioni degli elaborati; la presentazione del volume “Nostra Madre Renata Fonte”, alla presenza della sceneggiatrice Ilaria Ferramosca e dell’autore Gian Marco De Francisco, e del romanzo “Ferro e Fuoco” con l’autore Omar di Monopoli. In ultima istanza, all’interno della kermesse, è stata inserita un’area espositiva, come accennavano poc’anzi, data l’enorme richiesta pervenuta agli organizzatori. Infine l’esibizione musicale de “Le Stelle di Hokuto”, cover band di musica cartoon.

Lo scorso anno abbiamo dedicato la prima edizione del Noci Comics Zone ad Alessandro Vitti. Ed è proprio dal successo che quell’iniziativa ha avuto che è stata determinata la scelta dell’associazione Darf di riprendere quell’idea e svilupparla ulteriormente – ha dichiarato l’organizzatrice, Mariarosaria Lippolis. - Noci si trasformerà in un carillon magico dal quale colori, musiche, personaggi e immagini ci faranno immergere nella poliedrica dimensione della nona arte, il fumetto. E proprio il fumetto diventerà la lente prescelta per l'interpretazione e la lettura della realtà. Fil rouge, il fumetto in rapporto con le altre arti, la letteratura, la cinematografia, la musica, la sartoria. Grande è l’entusiasmo con cui l'iniziativa è stata accolta e di questo siamo felicissimi”.

Questa può essere per Noci un'occasione estremamente importante – ha commentato il sindaco Domenico Nisi. – L’evento si colloca, infatti, nella direzione che la nostra Amministrazione intende perseguire. Noci ha bisogno di caratterizzarsi per una serie di eventi, dislocati nel corso dell'anno, che abbiano la caratteristica della stanzialità. Non solo, eventi cosiddetti di nicchia, possono portare a Noci un flusso turistico che abbia modo e motivo di restare qui per qualche giorno. C’è stato, da parte nostra, un impegno istituzionale notevole affinché la Regione riconoscesse un contributo a questa iniziativa. In quei giorni la nostra città sarà interessata, oltre che da questo evento, dalla finale nazionale di pallamano Under 16 dal 29 maggio al 1 giugno, la prima Ciclovintage Noci sempre il 1 giugno, il 1 giugno un momento dedicato ad un approfondimento sulla nostra Costituzione, il concorso pittorico Nux Erat, che vedrà trasformarsi sette porte in cattivo stato di conservazione in vere e proprie opere d’arte. L’associazione #nocimydestination, che sta curando l’accoglienza di quanti verranno a Noci in quei giorni, ha già registrato il tutto esaurito. Ecco, io credo – conclude il Nisi, - che possiamo fare molto, ma dobbiamo fare in modo che quello che facciamo abbia davvero una risonanza importante. E penso che, sotto questo punto di vista, stiamo procedendo nel verso giusto”.


Tempo stimato di lettura: 2’

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!