Svolto il Consiglio comunale di Noci

di Redazione GoValleDItria mercoledì, 12 luglio 2017 ore 14:18

Passano le variazioni al Bilancio

NOCI - Si è svolto lunedì 10 luglio, il Consiglio Comunale, convocato in seduta straordinaria alle 18:00. 
Dopo la lettura e approvazione dei verbali delle sedute del 17.03.2017, del 31.03.2017 e dell’11.05.2017, si è entrati nel vivo del lavori.
 
Secondo punto all’ordine del giorno, la ratifica Delibera di Giunta comunale n. 52 del 14.06.2017 avente ad oggetto “Variazioni al Bilancio di previsione 2017-2019 e alle dotazioni di cassa”. Ad introdurre l’argomento l’Assessore al Bilancio, Natale Conforti, che ha spiegato che «la variazione deriva dalla necessità di appostare delle somme derivanti da trasferimenti statali, per circa 10mila euro, e dalla Regione Puglia per la gestione dell’emergenza neve, per circa 32mila euro».
 
Rinviati, invece, il secondo e il quarto punto all’ordine del giorno, relativi alla surroga di un componente nella Commissione Giudici Popolari e Corte d’Assise e Corte d’Assise di Appello e alla surroga per la carica di consigliere di amministrazione dell’ASP “A.M. Sgobba” di Noci, reso necessario a seguito delle dimissioni presentate da parte della sig.ra Amatulli Anna Domenica.
 
È stato dunque approvato lo schema di Convenzione tra i Comuni di Locorotondo (individuato come Ente capofila) e Noci per il servizio in fora associata della Segreteria Comunale, al fine di rafforzare il coordinamento delle attività e la cooperazione tra Enti Locali consentendo, altresì, importanti risparmi di spesa per le casse comunali, così come previsto per legge. È bene dire che forme collaborazione associative con il Comune di Locorotondo sono già in corso, per esempio nel Settore dell’Ambiente (ARO BA/6), in quello degli appalti di lavori, servizi e forniture (Centrale Unica di Committenza di Montedoro) e nel Settore Sociale (Piano Sociale di Zona) e che, anche per quanto riguarda la Segreteria Comunale, i due Comuni hanno già sperimentato proficuamente, in passato, tale formula di convenzionamento. «A scanso di equivoci – ha tenuto a sottolineare il Sindaco, Domenico Nisi, - il Comune di Locorotondo è stato individuato come capofila poiché, avendo rinnovato il Consiglio comunale nel 2016, l’Amministrazione ha una prospettiva di durata più lunga. Per il resto, spese e carico di lavoro saranno equamente divisi fra i due Enti»
 
Al sesto punto, l’individuazione degli organismi collegiali indispensabili di competenza consiliare, una ricognizione che il Consiglio Comunale è chiamato a fare annualmente per individuare gli organismi indispensabili alla realizzazione dei fini istituzionali del Comune oltre che per conseguire risparmi di spesa e recupero di efficienza nei tempi dei procedimenti amministrativi. Sono stati pertanto confermati gli organismi già presenti:
1) Commissione Elettorale DPR 20.3.67 n.223 come modificato dall’art.26 della legge 24.11.2000, n.340;
2) Organo di revisione economico-contabile;
3) Commissione Pari Opportunità;
4) Commissione Vigilanza per il Cimitero;
5) Commissione comunale per la promozione e la gestione della “Fiera della Murgia”;
6) Commissione comunale del Forum delle attività produttive, dell’economia e del lavoro;
7) Commissione per l’assegnazione delle autorizzazioni di servizio noleggio con conducente;
8) Commissione per esame pareri sul parere paesaggistico (L.R. 7.10.2009) e VAS;
 
Giunti al settimo punto, riguardante l’approvazione del progetto definitivo dei lavori per la realizzazione della rotatoria stradale sulla ex S.P. 237 “Delle Grotte” – via Mottola-angolo via Re Ladislao, il cui progetto tecnico era già stato approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 7 del 17 marzo scorso, è venuto a mancare il numero legale, per incompatibilità di un consigliere di maggioranza in riferimento al provvedimento in questione. «Come al solito, la minoranza, che abbandona l’aula sistematicamente su tutti i provvedimenti di urbanistica o di una qualche rilevanza, ha colto l’occasione per non esprimere un parere di natura tecnica o politica sull’argomento, facendo passare l’incompatibilità del consigliere come una crisi di maggioranza» ha dichiarato il Sindaco. Dopo la sospensione di prassi, al secondo appello, in Aula era presente il solo Presidente del Consiglio. La seduta, pertanto, è stata sciolta.
 
Tempo stimato di lettura: 40''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • MicahWekXJ MicahWek

    Our company offers supreme quality health products. Visit our health contributing website in case you want to strengthen your health....

    Mostra articolo
  • taranto nino

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!