La Xylella nell'Ostunese

di Redazione GoValleDItria sabato, 22 ottobre 2016 ore 06:41

Interviene il Sindaco Coppola

OSTUNI - Il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola, ha tenuto ieri mattina a Palazzo San Francesco, una conferenza stampa sull’episodio che si è verificato nella mattina di ieri lungo la statale 379, dove è stato scoperto un ulivo attaccato dalla xylella in località Rosa Marina - Monticelli.
 
“Mi sono attivato immediatamente – ha sottolineato il primi cittadino della Città Bianca Gianfranco Coppola -  ieri ho subito informato la Regione Puglia che gestirà la vicenda. Fortunatamente la zona è circoscritta e nell’arco dei cento metri non ci sono delle piantagioni di olivi secolari, ma non abbassiamo la guardia, visto che come tutti sanno, anche l’oleandro è una pianta che viene attaccata dalla xylella e la strada statale 379 è piena di oleandri. Sono stato rassicurato dal responsabile dell’ARIF, l’Agenzia Regionale per le attività Irrigue e Forestali in queste ore sta monitorando in modo capillare tutta la zona. Ci auguriamo proprio come hanno detto gli esperti, che questo batterio sia arrivato tramite un mezzo di trasporto che ha transitato sulla stazione di servizio nella quale si trova l’olivo infettato. Mi auguro che l’eradicazione che disporranno i tecnici delle Regione Puglia, dovrebbe tranquillizzare gli agricoltori della zona. Nel nostro territorio i cittadini di Ostuni e gli oli-vicoltori, hanno ben curato tutto il territorio, mi auguro che la Regione incentivi tutto questo lavo-ro che gli agricoltori compiono costantemente. La piana degli ulivi secolari è un bene unico al mondo che difenderemo a spada tratta sempre, in attesa del riconoscimento ufficiale dell’UNESCO”. 
 
Anche il Presidente del Parco delle Dune Costiere, Enzo Lavarra, è intervenuto: "Il ritrovamento di una pianta infetta nella zona di Ostuni conferma la fondatezza dell'allarme lanciato già negli anni scorsi  dai ricercatori e dagli olivicoltori del Sud Salento sulla pericolosità del contagio verso il nord della Puglia. E conferma la drammatica insufficienza di un'azione di contrasto basata esclusivamente sulle buone pratiche. Se non si corre ai ripari sono a rischio il destino produttivo e il patrimonio monumentale dei secolari, con i suoi caratteri di unicità nel Mediterraneo. Spetta in primo luogo alla Regione di essere in prima linea in questa battaglia contro il tempo”.
 
 
 
Tempo stimato di lettura: 40''
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • StevensibEX Stevensib

    aOur company offers a wide variety of non prescription products. Visit our health site in case you want to feel better with a help of health...

    Mostra articolo
  • MicahWekXJ MicahWek

    Our company offers supreme quality health products. Visit our health contributing website in case you want to strengthen your health....

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!