Ostuni: Attività antidroga del Commissariato

di Redazione GoValleDItria venerdì, 28 ottobre 2016 ore 17:16

Un arresto e una denuncia il bilancio dell'operazione

OSTUNI - Prosegue l’azione di controllo del territorio da parte del personale del Commissariato di P.S. di Ostuni, diretto dal Commissario Capo Gianni ALBANO.
 
In perfetta sinergia con le direttive rese dal Questore di Brindisi, Dottor Roberto GENTILE, volte alla prevenzione e repressione dei reati in generale ed, in particolar modo, di quelli in materia di droga, nei giorni scorsi, i poliziotti del Commissariato della Città Bianca, traevano in arresto un soggetto del posto, censurato, denunciandone un altro residente in Carovigno, colto nella flagranza del reato di spaccio.
 
Nel corso delle operazioni venivano segnalati al Prefetto di Brindisi tre soggetti di Carovigno, ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 309/1990 e sottoposte a sequestro penale 10 grammi di droga fra marijuana e hashish.
 
In particolare, da diverso tempo, personale della Squadra di Polizia giudiziaria del Commissariato, teneva sotto osservazione le abitudini e gli spostamenti di un soggetto del posto, normalmente solito affiancarsi a soggetti, locali e non, gravitanti nel mondo degli “stupefacenti”.
 
Di fatti, già in passato, vale a dire negli anni 2006 e 2008, l’ostunese aveva avuto dei problemi con la Legge, essendo stato denunciato per Guida in stato di ebrezza alcolica nonché tratto in arresto, proprio dai poliziotti del Commissariato della Città Bianca, per spaccio di cocaina. Di recente, sempre gli Agenti ostunesi, lo denunciavano nuovamente per guida in stato di ebbrezza alcolica.
Celebrati gli inevitabili processi del caso, l’individuo, alla fine, eliminati i periodi di restrizione personale già “patiti”, veniva condannato ad un residuo di pena di 2 mesi di reclusione, 1 anno di sospensione della patente di guida e un ammenda di 2 mila euro .
 
Lo stesso, attraverso il suo legale, avanzava istanza di ammissione al beneficio dell’Affidamento in Prova ai Servizi Sociali.
Il Tribunale di Sorveglianza di Lecce, sciogliendo la riserva, esaminati gli atti riguardanti il soggetto e enfatizzando la recentissima denuncia dal medesimo patita per guida in stato di ebrezza, come detto, rigettava la domanda di ammissione al beneficio dell’Affidamento in Prova ai Servizi Sociali, disponendo che il residuo di pena rimanente, fosse scontato in regime di detenzione domiciliare, “giudicando non adeguata al profilo comportamentale del soggetto la meno afflittiva misura dell’Affidamento in Prova ai Servizi Sociali “.
 
Dunque I. A., classe 1985, dopo le formalità di rito, veniva tratto in arresto su ordine del menzionato Tribunale di Sorveglianza di Lecce e sottoposto al regime degli arresti domiciliari per ivi rimanere a disposizione dell’A.G. competente.
 
Simultaneamente alla descritta esecuzione penale, altro personale impegnato in specifico servizio di prevenzione e repressione dei reati in tema di “stupefacenti”, effettuato in località Torre Santa Sabina, marina di Carovigno, controllava gli strani movimenti che si verificavano nei pressi di un’abitazione, posta a poca distanza da un noto locale notturno del posto.
 
Gli investigatori ostunesi, di fatti, notavano sopraggiungere un utilitaria con a bordo due soggetti cui si avvicinava un terzo individuo, venuto fuori dalla citata abitazione. Il tempo del consueto accordo e, immediatamente dopo, si vedeva l’individuo uscito dall’appartamento “passare” dal finestrino qualcosa agli occupanti dell’utilitaria che, in cambio, gli consegnavano del denaro.
 
Apparendo chiara ed evidente l’attività di spaccio, si decideva di intervenire, con un poliziotto che bloccava i due nella macchina e, un altro Agente che intimava l’”Alt” allo spacciatore che, accortosi della scena, a spasso spedito si dirigeva verso l’interno della casa, non prima però, di aver fatto cadere in terra qualcosa che, immediatamente veniva recuperata dagli operatori.
Si trattava di una bustina in plastica, trasparente, chiusa all’estremità, contenente 1 grammo di sostanza stupefacente del tipo marijuana. 
Il confezionamento ed il quantitativo erano identici alla bustina ceduta pochi istanti prima agli occupanti dell’autovettura, simultaneamente bloccati e che venivano, giustappunto, trovati in possesso della droga acquistata. 
Indosso al pusher veniva rinvenuto anche il danaro poco prima ricevuto in cambio della dose.
Le operazioni, dunque proseguivano all’interno dell’abitazione ove lo spacciatore si stava recando prima di essere bloccato dai poliziotti ostunesi e, anche qui, veniva rinvenuto altro “stupefacente” nella disponibilità di due altri individui presenti all’interno.
 
Ultimata l’attività sul posto, veniva raggiunto l’ufficio ove l’individuo bloccato in strada dai poliziotti, identificato in D.L., Carovigno, classe 1995, dato il suo stato d’incensuratezza e d’intesa col PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, veniva denunciato a piede libero per il reato di cessione a terzi di droga.
 
Gli altri 3 individui venivano segnalati all’Autorità prefettizia di Brindisi per i provvedimenti di pertinenza ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 309 del 1990 per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti e psicotrope.
 
I servizi di controllo del territorio da parte del Commissariato di P.S. di Ostuni proseguiranno nei prossimi giorni nell’ottica della sicurezza generale cui pervenire grazie alla collaborazione da parte della cittadinanza, il cui contributo, può, indubbiamente, essere decisivo nell’evitare che gli effetti negativi della droga possano concretizzarsi anche e soprattutto a nocumento di fasce giovani di consumatori.
 
 
Tempo stimato di lettura: 1' 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • taranto nino

    forse é opportuno aggiiugere una piantina con il percorso alternativo

    Mostra articolo
  • Moretti Lorenzo

    Tutto molto bello, fare prevenzione e' sempre meglio che intervenire quando il fattaccio e' gia' avvenuto. A proposito che ne dite di redarguire...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!