Ostuni: furto ai danni di un'azienda agricola

di Redazione GoValleDItria giovedì, 29 dicembre 2016 ore 14:23

Arrestati in due

OSTUNI - Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte del personale del Commissariato di P.S. di Ostuni, diretto dal Commissario Capo Gianni ALBANO.
 
Nell’ambito di specifiche attività finalizzate alla prevenzione e repressione dei reati in generale ed, in special modo, di quelli che ledono ed offendono il patrimonio, nei giorni scorsi, a seguito di mirata indagine, i poliziotti del Commissariato della Città Bianca traevano in arresto nella flagranza del reato di furto, due soggetti del posto, denunciandoli inoltre, per porto di oggetti o cose atti ad offendere, poiché trovati in possesso di 2 coltelli.
 
I 2 individui, già noti agli Uffici, venivano identificati in G. A., e P. V., entrambi di Ostuni.
 
Dopo le formalità di rito, d’intesa col Pubblico Ministero di turno, Dottoressa Manuela PELLERINO, gli arrestati venivano sottoposti agli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. competente.
 
In particolare, si presentava presso gli Uffici del Commissariato ostunese un imprenditore agricolo del posto che riferiva che la sua azienda da diverso tempo, era resa oggetto di furti che lo stavano mettendo in seria difficoltà economica.  
 
Di volta in volta, gli appezzamenti terrieri ove venivano coltivati gli ortaggi, erano seriamente danneggiati dai ladri, con conseguenziali consistenti danni che mettevano a dura prova l’economia aziendale.
 
Pertanto, traendo le mosse dalle richieste di sicurezza rivolte alla Polizia di Stato dal cittadino, venivano organizzati alcuni servizi di osservazione ed appostamento all’interno dell’azienda monitorando alcuni punti del vasto perimetro, pari a circa 30 ettari, già più volte presi di mira dai manigoldi.
 
La scelta operativa veniva ripagata dopo alcuni giorni di presenza continua all’interno della proprietà ove, con determinazione e costanza, i poliziotti ostunesi attendevano il ritorno dei malintenzionati sul posto.
Di fatti, nel corso del servizio svolto nella tarda serata di mercoledì scorso, l’attenzione degli Agenti veniva colta da alcuni rumori di taglio e di sradicamento che provenivano da un terreno poco distante da quello ove si trovavano gli operatori di Polizia. 
 
Così, ritenendo che si trattasse di ladri, con le cautele del caso al fine di sorprenderli sul fatto, gradualmente si avvicinavano e, una volta giunti, scorgevano chiaramente due individui che avevano già tagliato un consistente numero di ortaggi, riponendoli di volta in volta in alcuni grossi sacchi, proseguendo velocemente nell’azione, trafugando un numero di piante sempre più consistente, superiore ai 50 chili.
Vista la flagranza di reato nonché l’evidenza dell’azione furtiva, si interveniva intimando l’Alt Polizia nei confronti dei due soggetti che, per tutta risposta, tentavano di darsi alla fuga sfruttando le precarie condizioni d’illuminazione e l’estensione delle terre circostanzi ma venivano prontamente inseguiti e assicurati alla giustizia dai poliziotti.
 
Raggiunti gli uffici del Commissariato, si procedeva al sequestro della refurtiva e dei coltelli utilizzati per tagliare gli ortaggi, alla costatazione dei danni assieme all’imprenditore agricolo e all’ulteriore sopralluogo che permetteva di evidenziare che l’intervento degli Agenti era stato decisivo poiché consentiva di evitare che un vastissimo numero di piante poste a coltura, potesse essere danneggiato e portato via.
 
Dopo le formalità di rito, condivise le evidenze probatorie raccolte col PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, Dottoressa Manuela PELLERINO, G.A. ed il P. V. venivano associati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari per ivi rimanere a disposizione dell’A.G. mandante.
 
L’intervento dimostra fortemente l’importanza della collaborazione e della sinergia tra la Polizia di Stato ed i cittadini le cui segnalazioni sono decisive e determinanti nell’orientamento dell’azione istituzionale, nonché di fondamentale importanza nell’ottica del raggiungimento della sicurezza generale.
 
I servizi di controllo del territorio di competenza da parte della Polizia di Stato nella provincia di Brindisi proseguiranno nei prossimi giorni senza sosta onde consentire il tranquillo svolgimento delle attività economiche e sociali.
 
 
Tempo stimato di lettura: 40''
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social







Commenti recenti

  • StevensibEX Stevensib

    aOur company offers a wide variety of non prescription products. Visit our health site in case you want to feel better with a help of health...

    Mostra articolo
  • MicahWekXJ MicahWek

    Our company offers supreme quality health products. Visit our health contributing website in case you want to strengthen your health....

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!