GIFT 2.0: viaggiare in Puglia con un semplice "click"

di Claudio Pinto lunedì, 23 marzo 2015 ore 18:10

Il progetto sulla mobilità sostenibile include anche l'hub di Alberobello

ALBEROBELLO - Anche quest’anno la Regione Puglia ha partecipato al MITT, Fiera Internazionale del Turismo di Mosca, raccogliendo grande interesse e curiosità da parte degli operatori del settore russi, confermando le grandi opportunità che si possono cogliere in questo mercato.

Durante l’evento, l’Assessorato ai Trasporti ha presentato i nuovi servizi legati all’infomobilità, alla velostazione e ai collegamenti intermodali possibili grazie al progetto GIFT 2.0, che è stato ideato per facilitare enormemente la permanenza dei turisti, ma non solo, che vengono a visitare i nostri territori, i quali, attraverso un semplice “click” sulla piattaforma http://mobilita.regione.puglia.it/, potranno viaggiare con i mezzi pubblici più funzionali alle proprie esigenze personali, pianificando al meglio i propri spostamenti.

Infatti, il progetto GIFT 2.0 è una rete virtuale di 27 hubs, tra cui aeroporti, porti, stazioni ferroviarie e di autobus, incluso quella di Alberobello, che saranno interconnessi tra loro, consentendo una migliore comunicazione per intercettare i flussi di persone e merci, stimolando, in questo modo, la produttività dei territori.

Inoltre, sono stati presentati sia la Velostazione, che la Regione Puglia sta realizzando con le Ferrovia Appulo-Lucane presso la stazione di Bari Centrale, sia il sistema integrato delle facilities per la bigliettazioni e i servizi di terraferma di tutti gli aeroporti della Regione Puglia.

 

Tempo stimato di lettura: 50''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!