Si gira ad Alberobello "Il giorno più bello"

di Redazione GoValleDItria mercoledì, 29 giugno 2016 ore 08:40

Per trenta giorni le vie cittadine saranno la cornice del film

ALBEROBELLO - In questi giorni sono in corso ad Alberobello le riprese del film "Il giorno più bello" di Vito Palmieri, il regista pugliese, orginario di Bitonto, prodotto da Altre Storie, Clemart e Rai Cinema. 
 
Le scene saranno girate nei vicoli più caratteristici della Capitale dei Trulli. 
L’invito a tutti gli alberobellesi  e ai visitatori della città Unesco è di praticare la massima tolleranza, ove possibile. 
Infatti, per 30 giorni l'intero cast sarà impegnato con le riprese ed alcune vie saranno interdette alla circolazione dei mezzi.  Il film andrà in onda a fine anno al Cinema.
 
La trama del film ruota intorno alle figure di Andrea e Filippo. I due si amano e convivono da tre anni, ma Andrea ha deciso che è giunto il momento di sposarsi e fa registrare una richiesta con il proprio nome. Vuole un vero matrimonio come ogni coppia che si ama, ma non sa che
molte questioni dovranno essere risolte prima di quel giorno. Innanzitutto, Filippo non trova il coraggio di dire che è gay a suo padre e suo nonno, due notai pugliesi. Pertanto finge di dover sposare Amanda, una sua amica che si presta per aiutarlo. Ma Filippo non è l’unico a non aver avuto il coraggio di dire la verità. Anche Anna, la madre di Andrea, che si è costruita una nuova vita negli States, non riesce a rivelare a suo marito
Anthony, candidato a governatore del Kansas per i conservatori e al figlio Jimmy, predicatore evangelista di rigidi principi, che Andrea è gay.
Fatalmente, il giorno della cerimonia arriva sebbene nessuno conosca la verità.
 
E' inutile sottolineare come tali occasioni, sebbene possano creare piccoli disagi nel quotidinano (ad esempio per quanto riguarda la circolazione stradale), rappresentino un'opportunità per promuovere ulteriormente il territorio al fine di far conoscere le bellezze che lo caratterizzano a quante più persone possibile.
 
 
 
Tempo stimato di lettura: 40''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!