Lavori riqualificazione urbana Cisternino: monta la protesta dei commercianti

di Redazione GoValleDItria giovedì, 2 luglio 2015 ore 12:22

I lavoratori lamentano i disagi e i danni economici subiti e chiedono una soluzione. LE FOTO

CISTERNINO – Monta la protesta dei commercianti cistranesi che lamentano i disagi e i danni economici subiti in seguito agli interventi di riqualificazione urbana - per i quali l’amministrazione comunale era risultata beneficiaria di un finanziamento pari a 152mila euro di fondi regionali Po Fers 2007-2013 - che stanno interessando il tratto di strada che da via San Quirico arriva a Piazza Garibaldi e Largo Amati a Cisternino.
 
Si tratta di interventi iniziati nel mese di marzo e che sarebbero dovuti terminare il 20 giugno scorso, ma così non è stato. Gli interventi – che stanno determinando la chiusura al traffico di una delle più importanti arterie comunali – sono tuttora in corso e stanno causando notevoli disagi agli automobilisti, ai residenti, ma soprattutto alle numerose attività commerciali collocate sull’arteria stradale in questione. Proprio alcuni commercianti si sono rivolti all’avvocato Marcello Zizzi, che ha fatto recapitare una lettera al Comune di Cisternino, all’Ufficio Tecnico e alla Geoscar srl – la ditta di Martina Franca che si è aggiudicata l’appalto per la realizzazione degli interventi -  al fine di individuare una soluzione tale da limitare i disagi ai lavoratori, soprattutto in virtù della stagione estiva ormai iniziata e che già sta determinando l’arrivo dei primi turisti a Cisternino.
 
“Se è vero che di lavori di pubblica utilità si tratta – si legge nella missiva – è anche vero l’Amministrazione comunale nell’appaltare e dar corso all’esecuzione di tali lavori deve anche tenere in debita considerazione quelli che sono gli interessi dei privati, in particolare delle attività commerciali, in modo da creare il minor disagio possibile agli stessi, tenendo ad esempio conto del fatto che, trattandosi di un tratto stradale cruciale in un paese ad alta vocazione turistica, un intervento di tal genere avrebbe potuto essere anticipato e non essere eseguito nel periodo di primavera-estate nel totale disinteresse nei confronti dei privati, in particolare di chi esercita un’attività commerciale”.
 
Secondo quanto dichiarato alcuni giorni fa dal Sindaco di Cisternino, Donato Baccaro, infatti, alla conclusione di una prima parte di lavori sono subito seguiti ulteriori interventi per il prolungamento del basolato invia San Quirico fino all’inizio di Largo Amati.
 
“I sacrifici richiesti alcuni giorni prima di Pasqua sono stati ripagati: i lavori di riqualificazione che hanno interessato il tratto di Via San Quirico, da Largo Amati a Piazza Garibaldi, si sono conclusi nei tempi previsti e il basolato realizzato ha reso più bella la zona antistante la Villa Comunale, la Torre Civica e la Chiesa Matrice ed è già fruibile da tutti, cittadini e turisti. Lunedì prossimo 29 giugno inizieranno quelli per un prolungamento del basolato in Via San Quirico fino all’inizio di Largo Amati. Si tratterà di lavori che si concluderanno nell’arco di pochi giorni.”
 
Una rassicurazione che però non sembrerebbe rincuorare i commercianti, che non sono per nulla disposti ad ulteriori sacrifici.
 
“Siamo consapevoli che questi lavori potranno causare disagi al traffico e al passaggio pedonale, specie in considerazione della stagione estiva, durante la quale il nostro paese è meta di turisti, ma ancora una volta ci siamo trovati di fronte alla necessità di fare una scelta: eseguire i lavori o rinunciare al finanziamento. Abbiamo scelto di realizzare i lavori per rendere più bello ed accogliente il nostro paese e confidiamo anche questa volta sulla comprensione di quanti davvero lo amano: cittadini, commercianti, turisti”.
 
Terminati gli interventi in via San Quirico, Piazza Garibaldi e Largo Amati, i lavori per il prolungamento del basolato si sposteranno “in Via Manzoni, con la prospettiva futura, fondi permettendo, di congiungere questo basolato con quello già realizzato in Corso Umberto – aveva spiegato il sindaco - Questi lavori dovranno concludersi necessariamente entro il 25 luglio, ma l’auspicio dell’Amministrazione è che gli stessi possano essere ultimati prima del previsto, così come avvenuto per il tratto di basolato già realizzato”.
 
 
Tempo stimato di lettura: 2' 00''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!