Torna il Concorso Internazionale di Poesia "Contrade in Valle d'Itria"

di Redazione GoValleDItria mercoledì, 21 ottobre 2015 ore 07:00

Sarà possibile inviare il proprio componimento entro il 30 novembre

DALLA VALLE - Anche quest’anno l’Associazione promotrice del Concorso Internazionale di Poesia “Contrade in Valle d’Itria” invita tutti coloro che hanno voglia di esprimere in versi l’amore o l’apprezzamento per la Valle d’Itria ad iscriversi, inviando il proprio componimento alla Segreteria del Premio entro le ore 24 del prossimo 30 novembre, ultimo giorno disponibile per partecipare alla competizione. 
 
Tutti i dettagli per la partecipazione sono contenuti nel Regolamento, pubblicato in italiano e in inglese, presente sul sito dell’associazione. Alcuni dei punti caratterizzanti tale regolamento sono: la poesia, in qualunque lingua o vernacolo, non deve superare i trenta versi e avere per oggetto la campagna, le tradizioni, i sapori, la genuinità delle contrade; per le poesie in vernacolo o in lingua è gradita, ma non obbligatoria, la traduzione in italiano; possono partecipare cittadini italiani e stranieri che abbiano compiuto 18 anni e abbiano visitato o conosciuto (tramite mezzi di comunicazione, parenti, amici o passaparola) la nostra valle ed i suoi paesi (Cisternino, Locorotondo, Martina Franca), concorrendo con un unico componimento inedito, pena la sua inammissibilità. 
 
Per chiunque volesse maggiori informazioni sulle procedure per l’invio dei componimenti e la compilazione della scheda di partecipazione può consultare il sito www.ilpaesedellecontrade.it o telefonare al numero +39 3201583971. 
 
E’ importante evidenziare che la poesia vincitrice del premio diverrà parte integrante di un’opera artistica in pietra, posizionata in una contrada della Valle d’Itria, arricchendo così il patrimonio artistico e culturale dell’area rurale.
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!