In dirittura d'arrivo il progetto "TerritOlio dei Trulli"

di Redazione GoValleDItria mercoledì, 4 novembre 2015 ore 07:15

Ideato dal Gal "Terra dei Trulli e di Barsento"

NOCI/ALBEROBELLO – È in dirittura d’arrivo il progetto “Olio Dop Terra di Bari”, ideato e promosso dal Gruppo di Azione Locale “Terra dei Trulli e Barsento” in collaborazione con Assoproli Bari ed approvato dalla Regione Puglia in applicazione della Misura 331 del programma di Sviluppo Locale 2007-2013, con il fine  di incrementare le azione di supporto per la valorizzazione del territorio locale e delle sue eccellenze attraverso uno dei prodotti tipici più importanti: l’olio extra vergine d’oliva a denominazione di origine protetta (DOP).   
 
Dopo un’attenta mappatura di tutta l’area e l’individuazione della rete dei produttori, nonché  di quella degli operatori turistici, e dopo aver approfondito le necessità degli operatori e la definizione di un modello che interpreti la forte identità del territorio, sono state messe in campo molte azioni concrete varie dal GAL “Terra dei Trulli e Barsento” per diffondere la conoscenza del patrimonio agricolo, storico e naturale di una terra fertile e produttiva, nell’ottica fondamentale del fare sistema.
 
Ed è stato in questo modo che è nato “TerritOlio dei Trulli”, che si configura come una nuova proposta promozionale della Puglia comprendente un sito web, un’applicazione mobile con sezioni dedicate ad itinerari esperienziali, brochure informative in italiano e in inglese, oltre ad eventi sul territorio organizzati ad hoc sia per  produttori che per operatori turistici. Il tutto con l’obiettivo di sostenere uno dei prodotti cardine dell’economia pugliese ed attivare un’azione collettiva di promozione che vada al di là della commercializzazione del prodotto.  
 
“TerritOlio dei Trulli” , quindi, rappresenta il prodotto DOP e il suo legame con il territorio di appartenenza, aumentandone la conoscenza e la diffusione con l’ausilio degli itinerari naturalistici ed enogastronomici.
 
Cibo come cultura, appartenenza, accoglienza, tipicità e territorio – ha sottolineato il presidente del GAL, Stefano Genco - sono le parole chiave che ci hanno portato a completare questo percorso finalizzato alla valorizzazione di un intero territorio attraverso il sostegno allo sviluppo delle imprese. Sono certo che, grazie a “TerritOlio dei Trulli”, saranno sviluppate e continuamente implementate azioni coerenti con la riqualificazione dell’attività turistica, con l’obiettivo di incrementare la competitività e lo sviluppo socio-economico del territorio. Il progetto prevede  l’attuazione di  azioni  di  promozione territoriale e turistica passando per il recupero e la valorizzazione delle produzioni tipiche quale strumento per incentivare un approccio maggiormente imprenditoriale e orientato al marketing da parte di questo settore produttivo, attuando contestualmente un’azione di salvaguardia attiva del territorio e del paesaggio rurale. Il Gal, in questo modo – ha concluso Genco -  riuscirà ad aumentare il livello di conoscenza di un prodotto tipico creando valore e, dunque, anche reddito”.
 
Il territorio oggetto di interesse del progetto comprende anche i comuni di Alberobello e di Noci. Quest’area della Puglia, infatti, è caratterizzata da una forte connotazione rurale e da un’architettura basata interamente sull’uso della pietra squadrata e allineata. Trulli, masserie e muretti a secco sono diventati nel tempo elementi dall’alto valore storico, che connotano in modo inconfondibile un territorio.   
 
In tal senso il GAL, Gruppo di Azione Locale “Terra dei Trulli e di Barsento”, è responsabile, ed attuatore, di strategie di sviluppo sostenibile e di miglioramento del livello socio-economico delle zone rurali. 
Costituito da un insieme di partner pubblici e privati, il GAL è l’espressione equilibrata e rappresentativa delle varie componenti socio-economiche del territorio. In particolare l’obiettivo del GAL “Terra dei Trulli e di Barsento” è quello di incentivare l’attuazione di azioni per la valorizzazione del territorio locale e delle sue eccellenze. In quest’ambito rientrano le azioni di informazioni del territorio e sulle sue tipicità, l’applicazione di norme sulla certificazione di qualità e tracciabilità dei prodotti e la creazione di progetti mirati alla promozione di itinerari tematici, nonché alla diffusione della conoscenza delle eccellenze locali attraverso strumenti divulgativi, web e partecipazione a fiere o eventi.
 
 
Tempo stimato di lettura: 50''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!