Conclusa la prima Residenza Artistica Ecomuseale in Valle d'Itria

di Redazione GoValleDItria mercoledì, 25 novembre 2015 ore 07:08

I lavori confluiranno in una pubblicazione 

DALLA VALLE - Si è conclusa, domenica scorsa 22 novembre, la prima residenza artistica, organizzata dall’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria e dalla Regione Puglia, dedicata alla fotografia del paesaggio dell'Ecomuseo della valle d’Itria.
 
Per residenza artistica si intende una comunione di spazi e di intenti in cui i partecipanti sono stati incentivati ad immortalare il territorio in un connubio tra fotografia e percezione del paesaggio, al fine di produrre un progetto visivo che dia il più ampio risalto alle caratteristiche antropiche e naturali del territorio dell’Ecomuseo della valle d’Itria.
 
L'Associazione, infatti, tenendo fede al suo credo, ha promosso una lettura del territorio affidata a dieci fotografi con esperienza nel campo della fotografia autoriale con particolare riguardo ai temi del paesaggio e della ricerca sul territorio.
 
Questi tra il 20 e il 22 novembre hanno esplorato il territorio dei sei comuni facenti parte dell’Ecomuseo.
 
Sarà dunque interessante scoprire quali aspetti avranno catturato le loro immagini restituendo, “ed è forse questo l’aspetto innovativo di tale iniziativa” come ha affermato  Michele Cera, funzionario della Regione Puglia che ha supportato dal punto di vista tecnico l’intera organizzazione insieme al fotografo Gianni Leone, la possibilità di approcciarsi ad una lettura in chiave contemporanea del paesaggio, spesso poco perseguita per la premura di recuperare una memoria storica.
 
I lavori prodotti confluiranno in una pubblicazione che sarà distribuita gratuitamente.
 
L’Associazione ha voluto ringraziare tutti i partecipanti per l’entusiasmo e gli spunti di riflessione, nonché per i  suggerimenti in merito ad altre iniziative, la disponibilità dei proprietari e la cordialità di Stefania della residenza rurale dell’Agriturismo Masseria Aprile e  quella di Pietro del servizio di noleggio Nolè Valle d’Itria, oltre ai prodotti del Bar della Villa appositamente preparate dalle sapienti mani della signora Maria per una promozione dei sapori del territorio.
Sono stati anche ringraziati, inoltre, per il supporto logistico il CRSFA- Centro di Ricerca, Sperimentazione e Formazione in Agricoltura “Basile Caramia” e i laboratori urbani G-Lan di Locorotondo.
 
 
Tempo stimato di lettura: 50''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!