Wwf Martina Franca e Serapia rinnovano il progetto “Salvarospi”

di Redazione GoValleDItria giovedì, 13 febbraio 2014 ore 17:25

In collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato

MARTINA FRANCA - Il WWF Martina Franca e la cooperativa Serapia, grazie alla collaborazione del Corpo Forestale dello Stato – Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Martina Franca, rinnovano per il 2014 il progetto “Salvarospi”, campagna di sensibilizzazione e di interventi finalizzati allo studio e alla conservazione delle popolazioni di anfibi del territorio di Martina Franca ed in particolare di rospo comune e smeraldino.

Obiettivo primario del progetto è quello di evitare che i soggetti di rospo, intenti a raggiungere gli stagni durante la consueta migrazione per la deposizione delle uova, vengano investiti sulle strade che lambiscono gli stessi siti di riproduzione, attraverso periodiche attività di monitoraggio e salvataggio nel periodo gennaio – marzo 2014. I dati raccolti con il monitoraggio saranno utilizzati per prevedere interventi futuri per la realizzazione di appositi percorsi obbligati e tunnel salvarospi sulle carreggiate al fine di ridurre l'impatto veicolare sulle popolazioni di rospo.

L'evento Salvarospi 2014 si svolgerà domenica 16 febbraio dalle ore 10.00, per l'intera giornata, presso il Centro Addestamento Cavalcature Galeone del Corpo Forestale dello Stato a Martina Franca. Dopo aver illustrato il progetto si svolgerà una visita alle fogge comunali di Lamianuova dove sarà possibile osservare rospi comuni, rospi smeraldini e tritoni italici. Dopo aver consumato il pranzo a sacco, nel pomeriggio, sarà possibile visitare le scuderie del cavallo murgese della stessa masseria Galeone.

L'appuntamento è alle ore 10.00 presso Simeone Carburanti a Martina Franca, raggiungibile dalla SS 172 Martina Franca – Locorotondo (N 4510048 - E 696873). Si consigliano abbigliamento comodo, scarponcini o stivaletti, e fotocamera. E' necessaria la prenotazione ai seguenti contatti: 366 5999514 - martinafranca@wwf.it.
 

Tempo stimato di lettura: 1'

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!