Antonio Lillo presenta “Dal Confino” a Locorotondo

di Redazione GoValleDItria giovedì, 12 dicembre 2013 ore 13:41

Il terzo libro della sua produzione, il primo pubblicato con iCentoLillo, la nuova collana di Pietre Vive Editore

LOCOROTONDO  - Dopo la prima presentazione dello scorso 22 novembre a Bari, ieri (11 dicembre) è arrivato il turno di Locorotondo: presso l’Auditorium Comunale è stato presentato “Dal Confino”, l’ultimo libro di Antonio Lillo. Gianluca Acquaviva ha illustrato la sua interpretazione del libro, da cui ha preso avvio un interessante dialogo con l’autore. Un dialogo intervallato dalla lettura, ad opera di Adriano Basile, di alcuni racconti e poesie tratte dalla raccolta.
 
Lillo dice di aver cominciato a scrivere questo libro “in quel particolare momento dopo la fine degli studi universitari, quando ti guardi intorno e ti dici ‘E ora?’ ”.. In quel periodo di confusione aveva intorno Locorotondo, affettuosamente definita “la mia Macondo” – con riferimento alla città in cui Gabriel Garcia Marquez ambientava tutte le sue storie – e si è reso conto di quanto straordinario fosse per lui questo paese. Qui, dove “tutto alla fine scorre per abitudini” – come il ‘rito del caffè’ cui è dedicata una poesia – Antonio Lillo è riuscito a cogliere la “grandezza dei piccoli gesti” in cui “ritornano i valori” della nostra terra, e a trasporli nel libro. 
 
Ma oltre ad essere un fantastico scrittore, al momento si sta anche occupando della casa editrice Pietre Vive Editore che, come Lillo tiene a sottolineare, non appartiene a lui o a qualcuno in particolare: è una “realtà radicata nel paese”. Non è un caso infatti, che essa sia nata da un’associazione fondata da altre persone: è una “storia che non ha un protagonista”, che offre nuove possibilità al nostro territorio.
 
Chi si fosse perso la presentazione, avrà presto altre possibilità di assistervi a Locorotondo presso il Docks 101, o successivamente a Noci. A breve, sempre al Docks 101, sarà presentato anche un altro libro della collana iCentoLillo: “Fuori Fuoco” di Mimmo Pastore.
 
 
di Angelica Mastro
 
Tempo stimato di lettura: 1’ 20”
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!