Si riparte con il Locus Winter

di Redazione GoValleDItria venerdì, 27 dicembre 2013 ore 12:36

Il jazz raccontato dal nuovo libro di Nicola Gaeta e dalle note di Fabio Morgera. LE FOTO

STASERA AL LOCUS WINTER FESTIVAL

LOCOROTONDO - Ieri (26 dicembre) al Docks 101 ha preso il via la seconda edizione del Locus Winter. Anche quest’anno il Festival propone delle serate all’insegna della buona musica nel centro storico locorotondese. La presentazione di “BAM, il jazz oggi a New York”, il nuovo libro di Nicola Gaeta, si è rivelata l’ideale per inaugurare questa serie di eventi. 
 
Nonostante la recentissima dipartita di suo fratello, cui è dedicato il libro, l’autore ha deciso di prendere comunque parte alla presentazione per rendere onore a questa “dedica sentita ed autentica”. Volume ed autore sono stati presentati dal giornalista Enzo Mansueto, ma sono intervenuti anche il trombettista Fabio Morgera, molto apprezzato sui palchi newyorkesi , ed il celebre sassofonista barese Roberto Ottaviano.
 
Il libro, il secondo della produzione di Gaeta, si articola come un vero e proprio diario di viaggio: giorno per giorno, l’autore ci racconta il suo percorso – durato un mese – attraverso i club della Grande Mela che hanno segnato la storia del jazz. L’autore rivela di avere impostato di proposito il racconto in questo modo, perché sta “facendo le prove per diventare uno scrittore di narrativa”. 
 
Dopo aver dato a Gaeta il tempo di autografare alcune copie, si è partiti con la BAM live session. Ad esibirsi per primi sono stati Camillo Pace al contrabbasso, Giovanni Angelini alla batteria e Vince Abbracciante all’Hammond. I tre suonano assieme da parecchio ed hanno pensato a questa performance per il Festival. Morgera ed Ottaviano li hanno presto raggiunti sul palco, mettendo in piedi una jam session spettacolare. 
 
Restano ancora 3 appuntamenti da godersi in questa “versione invernale” del Locus Festival. Stasera (27 dicembre) alle 21, la talentuosa pianista Giulia Mazzoni ed il Vertere String Quartet si esibiranno in una collaborazione inedita presso la Chiesa della Madonna della Greca.
 
di Angelica Mastro
 
Tempo di lettura stimato: 1’ 45”
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!