Secondo appuntamento col Locus Winter 2013: Giulia Mazzoni e Vertere String Quartet

di Redazione GoValleDItria sabato, 28 dicembre 2013 ore 10:25

La talentuosa pianista si è esibita in una collaborazione inedita con la formazione pugliese. LE FOTO

STASERA L’EVENTO CLOU DEL LOCUS WINTER 2013

LOCOROTONDO - Ieri (27 dicembre) presso la Chiesa della Madonna della Greca si è svolto il secondo degli eventi previsti per questa edizione del Locus Winter. Ad aprire le danze è il Vertere String Quartet, una formazione musicale made in Puglia: Giuseppe Amatulli e Rita Paglionico ai violini, Domenico Mastro alla viola e Giovanna Buccarella al violoncello. Poco dopo si unisce a loro la pianista e compositrice Giulia Mazzoni.

Suonano assieme un arrangiamento di Piccola Luce, tratto dall’album della Mazzoni “Giocando con i bottoni”, ed il quartetto lascia poi che Giulia si esibisca da sola. Oltre ad una decina di pezzi tratti dal suo album, la pianista decide di suonare anche dei “brani omaggio”; uno di questi è un curioso esperimento, in cui fonde la musica di Chopin con quella dei Daft Punk: Get Opera 69. Per chiudere al meglio la serata il Vertere String Quartet torna sul palco ad accompagnare la Mazzoni: ci regalano di nuovo le melodiose note di Piccola Luce.

A marzo Giulia partirà in tournée  e, forse, potrebbe fare tappa anche in Cina! Per assistere ad un’altra sua performance qui in zona,  dovremo però aspettare l’estate. Il quartetto d’archi suonerà invece il 19 gennaio al “Teatro Garibaldi” di Bisceglie, portando di nuovo in scena “Locus Mood” – che era stato presentato, in anteprima assoluta, nell’edizione estiva del Locus Festival  2013.

Anche stasera (28 dicembre) l’appuntamento è in Chiesa della Madonna della Greca: alle 21 si esibiranno il trombonista Gianluca Petrella ed il pianista Giovanni Guidi, due dei jazzisti italiani più apprezzati all’estero. Alle 23 ci si sposta invece in piazza Vittorio Emanuele, dove Dj Wad Suxxx e Dj Z.i.p.p.o condurranno la Silent Disco.

 

Di Angelica Mastro


Tempo di lettura stimato: 1’ 30”

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!