Si presenta a Locorotondo “Il rumore che fanno i ricordi”

di Redazione GoValleDItria domenica, 18 ottobre 2015 ore 07:20

Un libro di Emanuele Colabello.

LOCOROTONDO- Si terrà venerdì 23 ottobre alle ore 20, presso l’Auditorium Comunale di Locorotondo, la presentazione del libro “Il rumore che fanno i ricordi” di Emanuele Colabello, Giacovelli Editore.
 
L’autore converserà con l’editore Paolo Giacovelli e modererà l’incontro Daniele Apruzzese.
 
Il libro nasce da un’idea e da una speranza quella di non dimenticare quanti hanno perso la vita nello stabilimento della famiglia Bruscella lo scorso mese di luglio. Una tragedia avvenuta a pochi chilometri dalla nostra Locorotondo, che ancora lacera non solo le famiglie delle vittime, ma anche la nostra memoria, i nostri ricordi.
 
L’opera racconta Locorotondo attraverso le meravigliose istantanee di Emanuele Colabello un locorotondese che guarda da dietro l’obiettivo della propria macchina fotografica la realtà che lo circonda. Sullo sfondo il paesaggio e i ricordi di una intera collettività, di una estate forse passata troppo in fretta, ma comunque indimenticabile.
Il ricavato di questo libro andrà al fondo Bruscella costituito dopo l’incidete per le famiglie delle vittime.
 
Emanuele Colabello, classe 82, cistranese di nascita ma locorotondese da sempre vive nella città delle cummerse a contatto con la valle d’itria e le bellezze del territorio. Si diploma con il massimo dei voti presso l’Ipsia Noci in Tecnico delle industrie elettroniche con specializzazione nelle telecomunicazioni e comincia fin da subito a  lavorare come tecnico responsabile presso il Centro Revisioni di  Locorotondo. Fin da piccolo si innamora della macchina fotografica e i suoi scatti diventano la cifra della sua passione che condivide con la sua fidanzata Francesca.
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!