Torna il Concorso Internazionale di Poesia “Contrade in Valle d’Itria”

di Redazione GoValleDItria mercoledì, 25 novembre 2015 ore 09:16

Al via la 4^ edizione promossa dall’Associazione Culturale “Il Paese delle Contrade”

Stele installata a Locorotondo in contrada Trito relativa alla poesia vincitrice nel 2012

LOCOROTONDO - Anche quest’anno l’Associazione promotrice del Concorso Internazionale di Poesia “Contrade in Valle d’Itria” invita tutti coloro che hanno voglia di esprimere in versi l’amore o l’apprezzamento per questa Valle a iscriversi, inviando il proprio componimento alla Segreteria del Premio entro le ore 24 del 30 novembre 2015, ultimo giorno utile per partecipare alla competizione.
 
Tutti i dettagli per la partecipazione sono contenuti nel Regolamento, pubblicato in italiano e inglese sul sito dell’associazione. La poesia, in qualunque lingua o vernacolo, non deve superare i trenta versi e avere per oggetto la campagna, le tradizioni, i sapori, la genuinità delle contrade. Per le poesie in vernacolo o in lingua è gradita, ma non obbligatoria, la traduzione in italiano. Possono partecipare cittadini italiani e stranieri che abbiano compiuto 18 anni e abbiano visitato o conosciuto (tramite mezzi di comunicazione, parenti, amici o passaparola) la Valle d’Itria ed i suoi paesi: Cisternino, Locorotondo, Martina Franca, concorrendo con un unico componimento inedito, pena la sua inammissibilità.
 
Maggiori indicazioni sulle procedure per l’invio dei componimenti e la compilazione della scheda di partecipazione sul sito www.ilpaesedellecontrade.it o al numero +39 3201583971.
 
E’ importante evidenziare che la poesia vincitrice del premio diverrà parte integrante di un’opera artistica in pietra, posizionata in una contrada della Valle d’Itria, arricchendo così il patrimonio artistico e culturale dell’area rurale.
 
 
Tempo stimto di lettura: 30''
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!