A Locorotondo i "Campioni della Cucina"

di Redazione GoValleDItria domenica, 3 gennaio 2016 ore 12:37

Sul palco della "Piazza del Gusto - I Tipici di Locorotondo". LE FOTO

LOCOROTONDO - Sul palco della “Piazza del Gusto – I Tipici di Locorotondo”, domani 4 gennaio, saranno protagonisti i “Campioni della Cucina” incoronati lo scorso anno negli Internazionali d’Italia svolti a Marina di Carrara con una raffica di riconoscimenti tra cui migliore squadra per la cucina calda, per la cucina fredda, per la cucina artistica e come squadra campione d’Italia. 
Fra i 15 valenti chef componenti di questo team di campionissimi, alcuni sono stati allevati nell’Assocuochi di Taranto, capitanata dallo chef martinese Domenico Lillo.
 
Alcuni di questi chef da guinness saranno domani protagonisti a Locorotondo per l’evento organizzato dell’Associazione ‘U Panaridde, presieduta da Stefano Pentassuglia, in collaborazione con l’Istituto Eccelsa di Alberobello e con il patrocinio del Comune di Locorotondo, presso la tensostruttura innalzata in nella Piazza del Municipio.
 
Lunedì 4 gennaio, dunque, la kermesse prenderà il via alle ore 18 con l’apertura del Mercatino dell’artigianato, mentre dalle ore 19 fino alle ore 20.30, con posti a sedere riservati al cooking show, spazio a “Quando la cucina della tradizione sposa l’innovazione” con Raffaele De Giuseppe, Giovanni Curri, Leonardo Lillo, Francesco Conte e il pasticciere Paolo Fornaio. Special Guest sarà Domenico Lillo, presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Taranto.
Tra le ricette che verranno illustrate ci sarà la Cialledda alla poveraccia con acqua e sale, spiedino di sgombro arrotolato al finocchietto, la Spuma di burrata, gelè al pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto, cialdina di pane e basilico, il “Cubotto“ di Baccalà con polvere di olive nere, mantecato di patata e peperone rosso arrosto, cimette di rape stufate, le Costolette di agnello in crosta di pane alle erbe, parmigiana di melanzane e caciocavallo, tortino di carota gialla di Polignano, salsa di cardoncelli  e castagne, il Panolivo.
 
Questa sera, invece, domenica 3 gennaio, è tutto pronto per il cooking show sulla cucina “povera”, per non dimenticare le tradizioni, condotto dal food expert Antonella Millarte con gli chef Antonella Scatigna e Domenico Curigliano e l’angolo dolce a cura dei pastry chef campioni Campioni Giuseppe Palmisano senior e Junior, con special guest Pasquale Fatalino, Presidente Associazione Cuochi Trulli e Grotte, e Domenico Maggi,  direttore per il Sud Europa della Federazione Mondiale Cuochi.
 
Oggi, dalle ore 16.30-20.30, si potrà anche visitare il presepe vivente in via Giovanni Paolo II (ex contrada Acchino), a cura della Parrocchia San Giorgio Martire e del Comune di Locorotondo. Dalle ore ore 18 alle 22, in via Montanaro nel centro storico, sarà possibile anche la visita dei circa 60 mini presepi del concorso, a cura del Servizio per la Pastorale Giovanile Vicariale di Locorotondo.
 
La magia dei vicoli addobbati per le feste natalizie si potrà ammirare, con visita libera, in Piazza Moro (ristorante Bina), Corso XX Settembre (ristorante Locosteria) , Piazza Dante (Chiesa Madonna dell'Addolorata), Piazza Vittorio Emanuele,  Via Papatodero (Ristorante La taverna del duca), largo Soccorso (pizzeria Quanto Basta), via Aprile (Risto Casa Pinto), largo Bellavista (con panoramica dal balcone), via Garibaldi, via Porta Nuova, via Verdi, Via Dura (con il ristorante U Curdunne), Piazza Andrea Rodio (la Chiesa Matrice con accanto la chiesa dell'Annunziata), Via Eroi di Dogali (ristoranti La Braceria e Il Centro Storico) e via Morelli (ristorante I tre santi), piazza V. Emanuele (bar della Villa). 
 
Tutti gli eventi sono a partecipazione libera e gratuita.
 
Per informazioni si può telefonare al numero 368-552985 (Stefano Pentassuglia, Presidente dell’Ass. ‘U Panaridde).
 
 
Tempo stimato di lettura: 40''
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!