Locorotondo: un paese da mangiare

di Redazione GoValleDItria lunedì, 5 settembre 2016 ore 10:48

Dal 7 al 9 settembre tornano "I Tipici"

LOCOROTONDO - Probabilmente risale addirittura agli antichi romani la tradizione del cibo di strada, gustoso e da mangiare velocemente in compagnia. Ed è proprio a questa abitudine millenaria che si è ispirata Locorotondo che per tre giorni, da mercoledì 7 fino a venerdì 9 settembre , si trasformerà in “Un paese tutto da mangiare”. Una trentina di locali, fra ristoranti, trattorie, bar, pub e paninoteche, gastronomie e negozi di tipicità uniti in una rete informale che si identifica con “I Tipici”, offrirà ai visitatori un piatto tradizionale, preparato con cura, in versione ”street food” oppure da consumare comodamente seduti al tavolo. 
 
A Locorotondo, c’è stata una notevolissima crescita di attività di piccola imprenditoria legata al settore del cibo – commenta Stefano Pentassuglia, presidente dell’Ass. U Panaridde che ha ideato “I Tipici” - . Assecondare la tendenza moderna di mangiare fuori casa, affiancandola ad una capillare offerta di tipico, è il nostro modo per promuovere territorio e tipicità di Locorotondo”. 
 
Fra street band e balli popolari, animazione per bambini, si potranno gustare bontà straordinarie che andranno dalle orecchiette di grano arso con ragout di braciole di asina fino ai panini con vero capocollo di Martina Franca, che sarà anche spiegato e raccontato. Non mancheranno menu vegetariani, il gelato vegano e tante altre sfiziosità in abbinamento al vino proposto in ogni postazione dai sommeliers dell’AIS Puglia. Semplice il meccanismo: ognuna sceglierà cosa degustare acquistando il singolo ticket e con la sacca ed il calice riceverà la piantina con il percorso, in cui brillerà l’eccellenza tradizionale della carne al fornello.
 
Il taglio del nastro sarà in piazza Moro con la partecipazione del sindaco di Locorotondo Tommaso Scatigna e del sindaco di Citerna (PG, Umbria) ospite dell’evento in collaborazione con il network Mordi la Puglia. Proprio in questa piazza ci sarà la mostra pomologica a cura del C.R.S.F.A. Basile Caramia di Locorotondo che ci porterà a conoscere tutte le uve, i legumi e gli ortaggi di questa stagione. Il resto, invece, sarà tutto da gustare con laboratori sui salumi a cura di Slow Food e dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi, sull’extravergine di oliva a cura dell’ITS Agroalimentare, condito da visite guidate nel bel borgo antico.
 
Digita anche tu gli hashtag e contribuisci a far conoscere la nostra terra e l’evento de I Tipici con #cibodistrada #ilovelocorotondo #MyPugliaExperience #weareinpuglia.
 
 
Il programma completo: 
 
MERCOLEDI' 7 SETTEMBRE
ore 18.30 inaugurazione con taglio del nastro, con benedizione del Parroco Don Franco Pellegrino, all’inizio del percorso in piazza Moro (dinanzi alla sede del Comune):
Tommaso Scatigna, sindaco di Locorotondo
Vittorino Smaltino, vice sindaco
Ermelinda Prete, assessore al Turismo
Angelo Palmisano, assessore all’Agricoltura
Paolo Giacovelli, consigliere con delega alle Associazioni
Piero Liuzzi, senatore
Donato Pentassuglia, consigliere regionale
Vito Nicola Savino, presidente ITS Fondazione Agroalimentare
Antonio Palmisano, presidente C.R.S.F.A. 
Antonio Cardone, direttore GAL Valle d’Itria
Stefano Pentassuglia, presidente Ass. “U Panàridde”
Ospite: Giuliana Falaschi, sindaco di Citerna (PG, Umbria)
 
OGNI SERA, ALLE ORE 19, IN PIAZZA MORO, MOSTRA POMOLOGICA con tutte le varietà di uva, legumi, frutta e ortaggi di stagione nell’ambito del progetto di biodiversità del C.R.S.F.A. Basile Caramia di Locorotondo.
 
OGNI SERA, ALLE ORE 19 - I “SEGRETI” DEL VERO CAPOCOLLO DI MARTINA FRANCA – Il laboratorio sensoriale di degustazione a cura di:
Angelo Costantini, presidente dell’Associazione Produttori
Pino Caramia, fiduciario della Condotta Slow Food Trulli e Grotte
Dinanzi a CUMME’, IN PIAZZA VITTORIO EMANUELE - ore 19, con abbinamento di vini de “I Pastini”. Costo 5 €, con precedenza a chi ha prenotato, t. 393-9317044 (Nico Carparelli).
 
OGNI SERA IN PIAZZA MORO MINI DEGUSTAZIONI GRATUITE GUIDATE dei salumi prodotti dalle macellerie storiche locali, a cura di O.N.A.S. (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi), (dinanzi al Comune), è possibile prenotare al tel. 338-5913241 (Nicola Marangia), orari degustazioni:
7 settembre dalle ore 19-21
8 settembre ore 11-13, ore 19-21
9 settembre ore 11-13, ore 19-21
 
OGNI SERA, ALLE ORE 19 PRESSO DOCKS 101 IN VIA NARDELLI – L’EXTRAVERGINE DI OLIVA IN TUTTE LE SALSE - MINI DEGUSTAZIONI GRATUITE GUIDATE, a cura di:
coordinamento Giuseppe Maggi, ITS Agroalimentare Puglia
realizzazione degli allievi del corso ITS Marketing e comunicazione di vino ed olio.
 
OGNI GIORNO VISITE GUIDATE 
A PIEDI - GRATUITE
Il bianco della calce, il barocco dei palazzi nobiliari, i balconi fioriti, la cattedrale, un percorso fra storia e cultura popolare a cura della Pro Loco di Locorotondo, punto di partenza presso la sede in piazza Vittorio Emanuele (subito dopo le colonne di ingresso nel centro storico di fronte alla villa)
7 settembre ore 19 
8 settembre ore 11, 17, 19
9 settembre ore 11, 17, 19
Non è richiesta la prenotazione, ma la puntualità.
 
OGNI GIORNO VISITE GUIDATE 
A BORDO – A PAGAMENTO SU PRENOTAZIONE
Lasciati trasportare da www.locoaround.com
 
I LIBRI DE “I TIPICI” in piazza Moro (dinanzi al Comune)
MERCOLEDI’ 7 SETTEMBRE - ore 21, “Il Mondo visto di Traversa” con l’autore Michele Traversa presentato dalla giornalista Annamaria Natalicchio.
 
GIOVEDI’ 8 SETTEMBRE - ore 21, “Il Diavolo e L’Acquasanta” incontro -scontro tra il gastronomo Sandro Romano ed il nutrizionista dott. Francesco Lampugnani, con cooking show per una sana e gustosa alimentazione, con il patrocinio del network Mordi La Puglia.
 
VENERDI’ 9 SETTEMBRE - ore 21, “Guida al Buongusto di Puglia e Basilicata”, Edisud – La Gazzetta del Mezzogiorno, € 5,50 in vendita in edicola, 50 ricette nuove e semplici con 100 abbinamenti di vino e birre artigianali, con l’autore food expert e giornalista Antonella Millarte, presentata dal giornalista Mimmo Mazza, giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno.
 
 
Tempo stimato di lettura: 3'
 

 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!