Locorotondo: il Consiglio approva odg su abolizione Imu agricola

di Redazione GoValleDItria giovedì, 15 gennaio 2015 ore 07:47

Soddisfatto l'assessore Angelo Palmisano

LOCOROTONDO - In attesa di nuove decisioni in materia di IMU agricola, si rende noto che lunedì 22 dicembre 2014, presso il Municipio del Comune di Locorotondo, si è tenuto un Consiglio Comunale dove è stato sottoposto all’ordine del giorno da parte dei Consiglieri di Maggioranza e Minoranza un testo riguardante l’abolizione dell’IMU sui terreni agricoli dei comuni collinari
 
L’Assessore all’Agricoltura Angelo Palmisano esprime grande soddisfazione per l’ordine del giorno approvato in Consiglio Comunale e la grande serietà dei gruppi di Minoranza verso una problematica così importante che metterà in ginocchio maggiormente gli agricoltori locali. In sostanza il Decreto Legge n. 66/2014 (art. 22, comma 2) ha disposto una limitazione dell’esenzione dall’IMU dei terreni agricoli ubicati in aree montane e di collina, come pubblicato dalla Circolare n. 229 del 02 dicembre 2014 MEF.
 
Ciò significa che l’esenzione IMU 2014 rimarrà solo per quei terreni agricoli ubicati nei Comuni ad oltre 600 metri sul livello del mare, mentre nei Comuni fra 281 e 600 metri, come quelli di Locorotondo e dell’intera Valle d’Itria, sarà limitata l’esenzione solamente ai terreni posseduti da Coltivatori diretti o Imprenditori agricoli professionisti con il requisito della previdenza agricola. Un ulteriore inasprimento fiscale risulterebbe assolutamente inaccettabile e insostenibile.
 
L’Amministrazione Scatigna insieme all’ANCI Puglia cercherà sicuramente di contrastare tale provvedimento assurdo che penalizza l’agricoltura locale.
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!