Martina Franca: colto in possesso di sostanza stupefacente

di Redazione GoValleDItria sabato, 2 aprile 2016 ore 12:18

Denunciato 19enne.

MARTINA FRANCA - I Carabinieri della Compagnia di Martina Franca hanno denunciato in stato di libertà, per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente, un 19enne censurato, di origini baresi, ma domiciliato nella città della Valle d’Itria.
 
I Carabinieri dell’Aliquota Operativa, in abiti civili e con autovettura civetta, durante un servizio di prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno proceduto al controllo del 19enne, fermato mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi della propria abitazione. Durante le operazioni di perquisizione personale, il giovane veniva trovato in possesso di 0,5 grammi di marijuana, occultati all’interno della tasca del giubbotto che indossava. I militari, ritenendo che il 19enne potesse detenere altro stupefacente, effettuavano una perquisizione anche presso la sua abitazione, nel corso della quale, su un pensile della cucina, veniva rinvenuti ulteriori 14 grammi di marijuana suddivisi in dosi e, occultati all’interno di un barattolo, 960 euro in contanti. Il denaro ritenuto provento dell’attività di spaccio e la droga venivano sottoposti a sequestro, in attesa di essere rispettivamente versato su un libretto giudiziario e sottoposto ad accertamenti quali-quantitativi presso il Laboratorio
 
Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.  
 
Il 19enne, terminate le formalità di rito, veniva denunciato in stato di libertà alla A.G. tarantina per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!