L'onorevole martinese Chiarelli parla dell'attuale situazione politico-amministrativa

di Redazione GoValleDItria giovedì, 24 marzo 2016 ore 07:40

Chiarelli: "Ciò che oggi preoccupa maggiormente però è la vera e propria guerra che Emiliano ha ingaggiato con Renzi"

MARTINA FRANCA – L’onorevole martinese Gianfranco Chiarelli fa una disamina dell’attuale situazione politico-amministrativa degli ultimi anni, non lesinanando critiche ai partiti del centrosinistra.
 
Dieci anni di governo Vendola – afferma in un comunicato - hanno causato disastri su ogni fronte che oggi appaiono in tutta la loro drammaticità. Si parte dalla sanità, il punto di forza della propaganda vendoliana; gli ispettori del ministero della salute inviati in Puglia per una TAC prenotata a 600 giorni per un ammalata oncologica, la dice tutta su quali siano le reali condizioni del sistema sanitario pugliese. La vicenda delle internalizzazioni, sempre nelle ASL, bocciate dal Consiglio di Stato, sono un ulteriore prova del fallimento totale della sinistra, e del sistema quantomeno discutibile con cui si sono realizzate alcune operazioni”. 
 
L’onorevole martinese si sofferma altresì sui rapporti tra il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dichiarando: “Potremmo poi parlare della questione rifiuti o della gestione, a dir poco opaca, della vicenda Ilva di Taranto. Ciò che oggi preoccupa maggiormente però è la vera e propria guerra che Emiliano ha ingaggiato con Renzi. Una guerra i cui costi non potranno che ricadere sui cittadini pugliesi. Due grandi affabulatori che ogni giorno si scontrano a
forza di tweet e di interviste, su ogni questione. Quanto accaduto ieri in consiglio con la bocciatura della legge per il finanziamento dei costi per il referendum, che Emiliano ha trasformato in ordine del giorno, è un ulteriore segnale di come le lotte intestine al PD condizionino di fatto l'attività amministrativa della regione. I pugliesi – conclude - non possono essere ostaggio di una campagna elettorale continua piuttosto che di un congresso del PD sempre aperto”.
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!