Emergenza abitativa a Martina Franca: il Comune ordina lo sgombero degli immobili rurali alle famiglie bisognose

di Redazione GoValleDItria martedì, 5 luglio 2016 ore 07:30
IdeaLista: “I danni dell’Amministrazione in dote al Commissario” 

MARTINA FRANCA - "L’Amministrazione dell’ormai ex sindaco, tra le altre cose, ha lasciato in dote al Commissario prefettizio la politica della scarsa attenzione verso il più debole, a cui invece IdeaLista si è ispirata  sin dalla sua costituzione, riservando il massimo della sua attenzione politica".
 
Il Comune di Martina Franca, nei mesi scorsi, aveva dato corso a un provvedimento per la cessione delle ex scuole rurali presenti sul vasto territorio dell’agro comunale per capitalizzare gli immobili in disuso e rimpinguare le casse svuotate da questi anni di cattiva gestione economica.
 
Molte di quelle scuole sono oggi solo degli immobili in disuso, ma molte altre sono state assegnate anni addietro a famiglie bisognose.
 
Che fine ha fatto l’attenzione verso i deboli di cui una certa parte politica di sinistra si fa unica promotrice?”, si chiede IdeaLista, “quali provvedimenti a tutela di queste famiglie”.
 
Più volte IdeaLista ha ribadito la necessità di snellire il patrimonio degli immobili rurali, assegnando le ex scuole dell’agro alle famiglie bisognose, attraverso gli opportuni atti amministrativi di assegnazione, con la formula tipica delle “case popolari”, per fronteggiare l’emergenza abitativa e per venire incontro alle necessità di tutte quelle famiglie
rimaste vittima di questo stato di crisi economica perdurante.
 
Questo appello di IdeaLista, come tanti altri, è caduto nel vuoto e oggi, con un colpo di spugna, si intende cancellare la dignità di quelle famiglie che, anche di domenica, si sono viste arrivare i vigili urbani con il decreto di sfratto con cui si intima di trovarsi una nuova locazione entro 15 giorni.
 
 
Tempo stimato di lettura: 45''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!