Martina, l'on. Chierelli e Perrini incontrano il Commissario Castaldo

di Redazione GoValleDItria domenica, 10 luglio 2016 ore 07:34

Per discutere delle priorità da affrontare

MARTINA FRANCA - Ieri mattina, 9 luglio, l’On. Gianfranco Chiarelli ha voluto incontrare il Commissario Prefettizio dott. Giuseppe Castaldo.
 
Il parlamentare martinese era accompagnato dal Consigliere regionale Renato Perrini. L’On. Chiarelli ha auspicato, per i mesi che separano dalle prossime amministrative, discontinuità dal recente passato amministrativo ed imparzialità. "Sono tante - secondo il componente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, - le aree di intervento e quelle di miglioramento, ad iniziare immediatamente dalla realizzazione della bretella sul tratto di strada sequestrato, per il quale si è perso molto tempo a causa di una sorta di scarica barile sulle responsabilità tra ANAS,
AQP, Sindaco Ancona e Regione Puglia. Il Consigliere Regionale"-
 
Perrini ha garantito, da parte sua, la costante sollecitudine verso l’Ente Regionale per quello che gli compete. "La concretezza e l’avvio dei lavori serve a limitare i danni di una stagione turistica partita male e che potrebbe finire peggio. Tutto questo è avvalorato da una class action, ovvero un'azione legale condotta da più soggetti danneggiati, tra i quali ristoranti, B&B, Case Vacanze, attività commerciali e residenti, pronta ad essere intrapresa, immediatamente dopo che le parti interessate avranno capito le responsabilità di quanto avvenuto, grazie all’azione della Magistratura".
 
L’On. Chiarelli ed il Consigliere regionale Perrini non hanno potuto che informare il Commissario prefettizio dei gravi disagi denunciati dai cittadini, riguardanti vari uffici, ad iniziare da quello tributi. "In molti hanno ricevuto cartelle pazze e
riscontrato degli errori nei conteggi. Questo non potrà che creare problemi in un momento critico per le famiglie".
 
Un altro aspetto discusso con il dott. Castaldo ha riguardato l’Ufficio Urbanistico, che "versa nel caos più assoluto. Proprio questo assessorato era gestito personalmente dal sindaco Franco Ancona. Mentre quello ai Lavori Pubblici ha prodotto dei risultati anche soddisfacenti, quello all’Urbanistica è stato un pianto amaro". Il Parlamentare ha parlato del piano commercio, "mai realizzato dalla passata amministrazione che ha generato una situazione caotica che versa
sotto lo sguardo di tutti e di quello al traffico che la vecchia amministrazione ha tenuto nascosto nei cassetti.  Sono nati decine e decine di dehors, molti dei quali infrangendo il codice della strada recando pericoli all’incolumità dei cittadini e disagi ai residenti. Alcuni, addirittura, sulle strisce pedonali o vicini alle fermate dei pullman". Secondo il parlamentare andrebbero regolamentati, fatti salvi i rispettivi diritti di commercianti e cittadini.
 
L’On. Chiarelli ha chiesto anche al Commissario di convocare, insieme ai dirigenti del settore, le maggiori associazioni
che hanno presentato dei progetti riguardanti l’estate ed il prossimo autunno, per cercare di salvare il maggior numero di iniziative. "Proprio il lavoro di queste associazioni che - Chiarelli ha sottolineato, - hanno di fatto incrementato il turismo a Martina Franca negli ultimi anni e non altro".
 
L’incontro, seppur breve, non ha potuto non spaziare su altri problemi come la raccolta rifiuti, soprattutto nell’agro dove risiedono tanti turisti, che crea molte preoccupazioni ed il prossimo appalto sul quale bisognerà tenere gli occhi aperti. Il Consigliere regionale Perrini, da parte sua, ha dichiarato tutta la sua disponibilità proponendosi come collante tra
le esigenze della città e l’operatività della Regione Puglia.
 
L’incontro è terminato con il rispettivo impegno da tutte le pari di rivedersi e collaborare nel limite delle proprie funzioni, mettendo la città al primo posto. Ci dovrebbero essere ulteriori incontri nelle prossime settimane.
 
 
Tempo stimato di lettura: 1' 10''

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!