Marcello Schiavone lascia la presidenza della Valle d'Itria Basket Martina

di Redazione GoValleDItria sabato, 4 giugno 2016 ore 07:46

 Durante l’ultimo consiglio direttivo

MARTINA FRANCA - Durante l’ultimo consiglio direttivo svolto nella giornata dell’1 Giugno, il Presidente della Valle D’itria Basket Martina, Marcello Schiavone, ha comunicato la propria intenzione di dimettersi dall’incarico di Presidente del sodalizio cestistico martinese. 
 
Una scelta “dettata in primis da un grande senso di responsabilità nei confronti di un progetto per il quale ho lavorato con notevole impegno, - afferma Schiavone - ma purtroppo finito male. Da qui la decisione di comunicare all’intero consiglio direttivo le mie dimissioni dalla carica di Presidente della società Valle D’itria Basket Martina. In questo momento a Martina c’è bisogno di offrire nuovi scenari alla pallacanestro, affinché ci sia spazio per un progetto diverso che possa coinvolgere altri soggetti, magari rimasti ai margini in questi anni e in grado di garantire nuova linfa al movimento. Pur lasciando il timone ad altri, dall’esterno rimarrò sempre un appassionato e tifoso della palla a spicchi martinese”.
 
Dopo aver terminato gli adempimenti di fine stagione, Marcello Schiavone ha concluso ringraziando “tutti coloro che mi hanno sostenuto in questi due anni: a cominciare dal Patron Stefano Scatigna, ai soci del direttivo, agli sponsor tutti, agli addetti ai lavori e infine all’amministrazione comunale”.
 
In attesa delle future decisioni societarie, da concordare nelle prossime settimane, l’attuale gestione della parte amministrativa e sportiva è stata affidata al Vice Presidente, l’Avv. Donatello Ancona
 
 
 
Tempo stimato di lettura: 30''
 

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Valle d'Itria social




Commenti recenti

  • meoli federico

    Vorrei far riflettere i giovani sull’utilità di lavorare come animatori turistici poiché può favorire l’accesso ad ulteriori sbocchi lavorativi....

    Mostra articolo
  • De Maio Giuseppina

    Buongiorno, le regioni meridionali con progetti simili potrebbero risorgere e vivere di natura e turismo veicolato, senza essere costrette a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!